Si esce dalla Coppa senza rimpianti, dice Semplici: Brava la Samp a punire i nostri errori

Risultato negativo, ma prestazione da salvare. E’ questo il messaggio che lancia Semplici nel post partita, nonostante la SPAL debba salutare la Coppa Italia al quarto turno, proprio come lo scorso anno. Il tecnico toscano ha parlato anche dei singoli, in special modo di Valdifiori, Milinkovic-Savic e Floccari, oggi a segno nella sua prima presenza da titolare in questa stagione: “Dispiace perché i ragazzi hanno disputato una bella partita contro una buona squadra. Molti dei miei giocatori avevano pochi minuti nelle gambe, ma hanno tenuto bene il campo dimostrando che il gruppo sta crescendo. Sì, sono stati commessi diversi errori: sarebbe stato auspicabile rientrare negli spogliatoio in vantaggio. Dispiace, passare il turno avrebbe dato maggior senso alla nostra stagione, ma ora dobbiamo rituffarci subito nel campionato. Condannati dagli episodi? La Samp è stata brava a sfruttare i nostri errori, noi meno, ma la prestazione c’è stata, credo si sia vista una bella SPAL. Mi è piaciuta la nostra compattezza, la voglia di fare la partita, l’aggressività, il tipo di gioco e la personalità. Purtroppo il risultato è quello che conta, ma il gruppo è sulla strada giusta e sono sicuro che lavorare a testa bassa ci permetterà di migliorare e di giocarcela con gli avversari del nostro livello“.

La partita di Valdifiori? Viene da un percorso complicato, stiamo cercando di recuperarlo sia fisicamente che in termini di minutaggio dopo una stagione in cui ha giocato pochissime volte. Qualche volta non ha accompagnato l’azione come avrebbe potuto, ma è riuscito a limitare Saponara nella classica posizione da trequartista. Come equilibratore ci ha permesso di fare una buona gara, sono contento della sua partita e sarà un giocatore importante per il futuro. Milinkovic-Savic? Dispiace perché il ragazzo si era ben comportato in campionato. Ha poche presenze in A, stiamo cercando di valorizzarlo. Purtroppo ha sbagliato e un errore del portiere è sicuramente più evidente. Ma bisogna prendere le cose positive di una partita, l’errore lo abbiamo visto tutti e può capitare. Io sono fiducioso del mio gruppo perché ha dimostrato di avere una buona tenuta fisica. Floccari via a gennaio? Non credo proprio, rimarrà a Ferrara, assolutamente. Era la prima partita da titolare, ha avuto problemi fisici, ma ha fatto un bel gol, sta recuperando la condizione e per noi non è solo un giocatore, ma anche un uomo importante“.

Quindi una riflessione sul prossimo impegno di campionato “Il Genoa ha valori importanti. Non riesce ad ottenere risultati, ma nelle ultime partite si è espresso bene. Noi siamo consapevoli dell’avversario che affrontiamo, siamo consapevoli della nostra forza. Dobbiamo migliorare in tante cose, anche velocemente, per tornare al Ferraris e fare una grande prestazione. Abbiamo dimostrato di essere una squadra competitiva per lottare per la salvezza, che è il nostro obiettivo. Sta a tutti noi, insieme all’ambiente e al nostro pubblico presente anche stasera, restare uniti e remare dalla stessa parte per arrivare al traguardo“.

Attualmente LoSpallino.com raggiunge un pubblico che non è mai stato così vasto e di questo andiamo orgogliosi. Ma sfortunatamente la crescita del pubblico non va di pari passo con la raccolta pubblicitaria online. Questo ha inevitabilmente ripercussioni sulle piccole testate indipendenti come la nostra e non passa giorno senza la notizia della chiusura di realtà che operano nello stesso settore. Noi però siamo determinati a rimanere online e continuare a fornire un servizio apprezzato da tifosi e addetti ai lavori.

Convinti di potercela fare sempre e comunque con le nostre forze, non abbiamo mai chiesto un supporto alla nostra comunità di lettori, nè preso in considerazione di affidarci al modello delle sottoscrizioni o del paywall. Se per te l'informazione de LoSpallino.com ha un valore, ti chiediamo di prendere in considerazione un contributo (totalmente libero) per mantenere vitale la nostra testata e permetterle di crescere ulteriormente in termini di quantità e qualità della sua offerta editoriale.

0