Mercoledì lo stadio “Paolo Mazza” ospiterà il suo primo Boxing Day della serie A e per la SPAL aggiudicarsi finalmente uno scontro diretto sarebbe un bellissimo regalo di Natale. Dopo la sconfitta di misura con il Napoli i biancazzurri devono provare a portare a casa più punti possibili nelle ultime due gare del 2018, coincidenti con le ultime due giornate del girone d’andata. Se sulla carta la trasferta a San Siro del 29 dicembre potrebbe sembrare proibitiva, con l’Udinese la posta in palio è più alla portata. A Ferrara, contro i friulani, l’anno scorso mister Semplici conquistó i primi tre punti in massima serie e oggi in conferenza stampa al centro “G.B. Fabbri” di via Copparo il tecnico spallino si è mostrato fiducioso di poter ripetere il risultato della stagione passata: “In un momento come questo una vittoria sarebbe importante per la squadra e darebbe un valore mentale e di classifica. Vincere ci manca da un po’, ma i ragazzi stanno bene e hanno voglia di festeggiare davanti al loro pubblico. Mercoledì faremo in modo che la SPAL continui a essere protagonista di un certo tipo di prestazioni e soprattutto sarà l’occasione per provare a conquistare i tre punti”.
Se il tecnico bianconero Nicola non potrà contare su Behrami, anche Semplici dovrà fare a meno dello squalificato Kurtic. Out ancora il portiere Thiam, in via di recupero dopo l’operazione al menisco, e il difensore Djourou,che  ha riportato un trauma distrattivo al retto femorale della coscia sinistra di cui si saprà qualcosa di più dopo gli approfondimenti medici che saranno effettuati nei giorni a venire. Quindi ci saranno modifiche obbligatorie a difesa e centrocampo rispetto alla formazione scesa in campo al “San Paolo”, ma Semplici come sempre preferisce non sbilanciarsi. Probabile il rientro di Petagna tra i titolari, al quale il mister ha concesso un turno di riposo, magari affiancato da Sergio Floccari: “Floccari ci sta dando un apporto importante è vero, ma sto valutando come sempre assieme al mio staff l’undici titolare che mi possa garantire maggiori certezze. Missiroli è tornato ad allenarsi con il gruppo, ma voglio essere sicuro che sia al massimo della condizione. Diciamo che ho ancora un po’ di tempo per valutare due o tre situazioni. Inoltre, indipendentemente da chi gioca, finora abbiamo visto che i ragazzi si fanno trovare pronti e danno tutti il loro contributo. A Napoli abbiamo fatto una buona gara nonostante le difficoltà di giocare contro una big e malgrado qualche cambio nella nostra formazione. Per quanto riguarda Petagna, il ragazzo ha alternato cose buone a cose meno buone e mi sembrava giusto dargli un certo segnale, perché noi da lui ci aspettiamo un certo tipo di prestazioni. Diciamo che sto cercando di spronarlo e un turno di riposo gli serviva sia dal punto di vista fisico che mentale, dato che non si era mai fermato da inizio stagione”.
A fine conferenza Semplici ha riservato due parole al suo ex pupillo Alex Meret, che sabato scorso gli ha negato il pareggio con la sua nuova squadra: “A fine partita mi sono complimentato con lui. Fa piacere vederlo a certi livelli, è un orgoglio per il mio staff assistere alla sua crescita. Ha tutte le carte in regola per diventare il nuovo portiere della Nazionale italiana”.



Leaderboard Derby 2019