KLEB BASKET FERRARA-DE’ LONGHI TREVISO 72-98
parziali: 19-17, 33-51, 49-73

Kleb Basket Ferrara: Panni 6, Swann 5, Calò 6, Molinaro 3, Fantoni 11. De Zardo, Conti, Ganeto 14, Mazzoleni 2, Mazzotti, Campbell 22, Liberati 3. All.: Bonacina

Dè Longhi Treviso: Imbrò 10, Burnett 12, Alviti 13, Tessitori 10, Antonutti 9. Sarto 6, Chillo 24, Saladini, Epifani, Uglietti, Lombardi 2. All.: Menetti

Senza Mike Hall, ma con Campbell e Ganeto nel motore. Inizia così il 2019 casalingo del Kleb Basket, che deve rimediare alla sconfitta di Ravenna bel giorno dell’Epifania. Non sarà facile, però avere la meglio su Treviso, squadra attrezzata per fare il salto di categoria.

Con tutta la grinta di chi non ha nulla da perdere e tutto da guadagnare, il Kleb parte subito all’assalto segnando solamente da tre punti con Calò, Panni (due volte) e Molinaro, ma Treviso, con passo felpato ma costante, ricuce il mini strappo e impatta 12-12 a poco più di 3’ dalla fine del primo quarto. Campbell, all’esordio, trova in entrata i suoi primi due punti a Ferrara e immediatamente dopo Bonacina dà spazio anche all’altro nuovo acquisto invernale, Ganeto, che con due liberi contribuisce a scavare il gap di tre lunghezze dopo 10’ (19-17).

L’inizio del secondo parziale, però, è un incubo per il Kleb: in meno di 3’ minuti Treviso carica di falli Ferrara e mette insieme un parziale di 9-0, interrotto solo da un canestro di Fantoni nel pitturato. Ma l’emorragia continua e i veneti volano sul +10 (22-32) senza dare l’impressione di poter cedere di fronte al timido tentativo di rimonta dei padroni di casa, penalizzati anche dalla negativa serata dei suoi americani in fase realizzativa. A spingere ancora di più il Kleb sull’orlo del burrone ci pensa Alviti con la tripla del 26-40 che costringe Bonacina a chiamare timeout, ma le cose non cambiano, Treviso mette decisamente più intensità sul parquet e all’intervallo il punteggio è chiaro: 33-51 e buio pesto in casa Kleb.

La partita, in sostanza, finisce qui, perché nel secondo tempo Treviso non ha problemi nell’amministrare il vantaggio accumulato, anzi, spesso e volentieri prova addirittura ad allungare ulteriormente, mentre il Kleb litiga con il canestro e con la fisicità della formazione veneta trovando punti solamente da Campbell e Ganeto, per di più a corrente alternata e quando i giochi sono ormai chiusi. Così va in archivio (72-98) la terza sconfitta consecutiva, e il derby tra penultime di Cento contro la Baltur della prossima settimana avrà un peso specifico che va ben oltre i canonici due punti messi in palio.

 

Lascia un commento


leaderboard Coop Reno