A fine partita, dopo lo 0-0 che ha permesso alla SPAL di tenere viva la striscia positiva e di allungarla a tre risultati utili consecutivi, si sono presentati in zona mista per le interviste il difensore polacco Thiago Cionek e Alberto Paloschi.

ALBERTO PALOSCHI
E’ un peccato per il gol mancato da Valoti. Capita però di sbagliare e non dobbiamo preoccuparci oltremodo. Siamo soddisfatti perché contro questo Torino, molto fisico e lanciato verso l’Europa League, non era per niente facile. Ci teniamo ben stretti il punto e diciamo di essere ben felici per quanto abbiamo fatto oggi dal primo fino all’ultimo minuto. Per salvarsi bisogna essere compatti e cercare di mettere sempre più fieno in cascina. Da adesso in poi i punti saranno sempre più pesanti e non dobbiamo distrarci dal nostro obiettivo finale, un obiettivo che come abbiamo ribadito più volte è senza dubbio alla portata. Oggi non abbiamo mai perso la tranquillità e abbiamo sempre tenuto le misure nel modo migliore. Giocavamo contro una squadra organizzata e il pareggio ottenuto deve avere un grande significato. Il pubblico chi ha chiamati sotto la curva a fine partita? E’ la nostra arma in più, l’ho sempre detto fin da quando sono arrivato. Ci ha sempre sostenuto nei momenti meno belli e dobbiamo cercare di dargli tante soddisfazioni. Credo che se lo meritino per il sostegno che ci trasmettono con passione ogni singola domenica. Poche occasioni anche per gli attaccanti avversari? Loro hanno grandi individualità lì davanti, lo sapevamo, ma siamo stati bravissimi a contenerli e non lasciarli la possibilità di muoversi come volevano. Le mie voci su una possibile partenza? Non ho mai pensato di andarmene. La SPAL è una grande realtà e spero di togliermi tante soddisfazioni, magari già da domenica prossima contro l’Atalanta. Loro si giocano l’Europa ormai da qualche anno. Dovremo rimanere compatti e replicare la buona prestazione messa in mostra nella partita appena terminata“.

THIAGO CIONEK
Sapevamo che avremmo affrontato una squadra tosta e fisica, ma ci siamo comportati molto bene. Ci sono stati tanti duelli in campo, ma siamo rimasti sempre molto compatti e aggressivi per tutta la partita. Abbiamo anche provato a portare a casa la vittoria sia in parità numerica che sopra di un uomo, ma il Torino si è chiuso bene. Questo punto però dà continuità a prestazioni e risultati e va bene così. E’ frutto di un lavoro di squadra, ognuno ha fatto il suo dovere aiutando i compagni. In precedenza non sempre ci è andata bene, ma questa prova ci dà la consapevolezza di potercela giocare con chiunque seguendo le indicazioni del mister“.
Domenica prossima si va a Bergamo senza Felipe e Fares, squalificati: “Si sa che in campionato più si va avanti più queste cose possono succedere. L’Atalanta è una squadra molto difficile da affrontare ma prepareremo l’impegno nel migliore dei modi“.
Intanto si aspettano anche i rinforzi, soprattutto Jankovic: “Lo aiuteremo ad adattarsi il più velocemente possibile, ma a Ferrara non è difficile trovarsi bene tra città e pubblico. I nostri tifosi sono fondamentali. E’ vero che non sempre riusciamo ad esprimerci al meglio, ma l’importante è avere vicino la nostra gente che sono sicuro abbia apprezzato la prestazione di oggi“.



Leaderboard Derby 2019
Leaderboard Ciicai