Il VAR toglie, il VAR dà. Oggi la tecnologia ha detto bene alla SPAL e ha permesso ai biancazzurri di trasformare un rigore inizialmente non accordato. Fattore sul quale Simone Colombarini si sofferma solo parzialmente: “Abbiamo fatto un primo tempo in cui non siamo stati molto aggressivi e non abbiamo creato tanto, di conseguenza il Sassuolo è andato in vantaggio meritatamente. Nel secondo tempo invece abbiamo giocato un partita diversa, con più grinta, raggiungendo il pareggio con merito e continuando a giocarcela. Direi che torniamo a casa dopo un risultato giusto. Dopo essere andati in svantaggio poteva essere difficile riprenderla e pur non creando tantissime occasioni ci siamo presentati con più frequenza verso l’area del Sassuolo, conquistando un rigore che Petagna è stato bravissimo a trasformare. Oggi l’attesa del VAR è stata altrettanto lunga come domenica scorsa, ma dobbiamo attenerci al protocollo. Io non mi sono mai soffermato sul fatto che fosse rigore o non rigore, è il VAR che decide e nel momento in cui interviene l’arbitro ha le mani legate. Oggi l’ha rivisto e ha cambiato idea a nostro favore“.

Troppi gol presi da palla inattiva? Sono stati bravi loro, ma c’è anche una piccola dose di casualità, visto che la palla carambola proprio dove si trova il giocatore del Sassuolo. Forse potevamo fare meglio e ci lavoreremo su, ma il calcio è così. Non si può ottenere sempre la perfezione e sui calci piazzati si decidono molte partite. Dobbiamo essere bravi a sfruttare quelli a nostra disposizione. Oggi non siamo andati male sotto questo aspetto, Cionek ha sfiorato il gol all’ultimo e Felipe ha preso un palo clamoroso. Direi che abbiamo dimostrato alcune potenzialità, anche perché le partite si decidono spesso sugli episodi. Un bel regalo per Semplici in attesa del suo ritorno in panchina? So che il decorso sta andando meglio anche se è una cosa da tenere monitorata, non vediamo l’ora di riabbracciarlo e siamo veramente contenti di aver guadagnato questo punto in trasferta che gli dedichiamo. Solito applauso poi al nostro pubblico che oggi di gran lunga è stato il migliore in campo. Ha cantato e incitato la squadra dall’inizio alla fine senza mai demoralizzarsi e senza mai mollare. I tifosi sono veramente da elogiare per la loro presenza e per il loro supporto. Siamo contenti di averli ripagati con una buona prestazione“.



Leaderboard Derby 2019
Leaderboard nuovo MyEs