Al termine dell’incontro del Mapei Stadium abbiamo raccolto le impressioni di Alessandro Murgia, titolare per la prima volta in biancazzurro, e Lorenzo Dickmann, subentrato nella ripresa per puntellare la fascia destra.

ALESSANDRO MURGIA
“Fare punti qui non era facile perché il Sassuolo è una squadra forte e organizzata. Ma la SPAL, lottando su ogni pallone, è riuscita a trovare questo pareggio. Per come si era messa probabilmente meritavamo anche qualcosa in più. Al di là di questo, ci teniamo stretti questo punto e le cose positive, mentre sicuramente in settimana analizzeremo quelle negative perché siamo consapevoli delle nostre qualità che mi auguro ci faranno centrare il nostro obiettivo prima possibile. A livello personale sono contento dell’impatto che ho avuto, al di là della mia prestazione preferisco parlare di quella della squadra. Il mister è giusto che faccia le proprie scelte, io posso dire che ogni volta che vengo chiamato in causa combatto per la squadra, per lo staff, per i tifosi e per la società. Questo è quello che so fare e che posso fare: lavorare duramente per cercare di ritagliarmi il mio spazio. Il duello con Magnanelli? E’ stata una bella sfida, ma anche noi siamo tosti a centrocampo. Il rigore? Netto, il VAR ha richiamato l’arbitro per andare a rivedere l’azione. Al di là di questo, la cosa importante è stata la reazione che abbiamo avuto: non ci siamo scoraggiati e abbiamo continuato a giocare. I nostri tifosi? Fantastici, erano tantissimi e si sono fatti sentire in continuazione aiutandoci a portare a casa questo punto”.

LORENZO DICKMANN
“Nonostante il cambio di modulo siamo stati attentissimi in fase difensiva, mentre in quella offensiva ci siamo ‘svegliati’ troppo tardi. Probabilmente quest’ultima è ancora da migliorare, ma quello che conta è che dopo il gol subìto volevamo a tutti i costi trovare almeno quello del pareggio e ci siamo riusciti. La partita era stata preparata per il 4-4-2: alla SPAL c’è un gruppo di giocatori che si mette sempre a disposizione dell’allenatore quindi anche con il cambio di modulo siamo riusciti a fare quello che avevamo preparato. Abbiamo preso due gol, dei quali uno annullato per tocco di mano, su palla inattiva quindi dobbiamo di certo prestare più attenzione in quelle occasioni. La settimana senza Semplici? Non è stata una notizia positiva per noi giocatori, ma abbiamo ricevuto una grossa mano da Consumi. Torniamo da Reggio Emilia con un punto in più, se ne vorrebbero sempre tre, ma oggi è stato fondamentale riuscire a reagire e portare a casa qualcosa da questa trasferta. Le dirette rivali oggi hanno perso, quindi il nostro punto assume ancora più importanza: l’importante è muovere la classifica perché sono convinto che continuando così riusciremo a raggiungere la salvezza prima possibile. I tifosi? Sembrava di giocare in casa, ci danno sempre una mano incredibile sia in casa sia in trasferta”.



Leaderboard Derby 2019