Dopo tre successi consecutivi è arrivata una battuta d’arresto. La SPAL a Cagliari ce la mette tutta ma alla fine deve arrendersi sotto i colpi dei rossoblù. Il momento in casa biancazzurra è delicato, ma Simone Colombarini con il consueto equilibrio traccia il punto della situazione. Di seguito le sue considerazioni nel post partita di Cagliari-SPAL 2-1: “È stata una partita nella quale entrambe le squadre hanno avuto le loro occasioni e certamente il Cagliari non ha demeritato, soprattutto per quanto fatto vedere nel secondo tempo. Noi nel primo, dopo qualche minuto di assestamento nel quale abbiamo preso un gol per una nostra disattenzione, abbiamo giocato una buona gara. Nel secondo invece abbiamo fatto un buon quarto d’ora, poi il Cagliari ha preso campo e consapevolezza, segnando su palla inattiva. A quel punto ci siamo spinti in avanti, abbiamo avuto qualche occasione per pareggiare, ma ovviamente con tre attaccanti in campo ci siamo anche esposti di più. Per come si erano messe le cose direi che ci sta. In linea di massima la SPAL ha fatto una buona partita, è mancato qualcosa per portare a casa un punto che per la nostra classifica sarebbe stato importantissimo“.

Il gol incassato all’inizio? Ci siamo fatti trovare un po’ spiazzati sulla ribattuta, gli attaccanti del Cagliari sono arrivati prima dei nostri difensori. È una cosa che non dovrebbe succedere, ma poi abbiamo reagito bene, quindi voglio sottolineare questo aspetto. Purtroppo abbiamo perso, ma tornare a mani vuote da Cagliari ci può anche stare in una partita giocata discretamente dalla SPAL. La stanchezza può aver influito? Giocare molte partite nell’arco di pochi giorni non fa piacere a nessuno. Il mister ha schierato anche ragazzi che sono stati meno impiegati e devo dire che questi ultimi hanno giocato molto bene. Non dobbiamo recriminare nulla sotto quest’aspetto. Tutte le squadre nelle ultime tre partite hanno fatto un po’ di turn over: il Cagliari oggi non l’ha fatto, noi sì“.

La risalita del Frosinone testimonia quanto sia stato complicato e allo stesso tempo fondamentale per noi tornare con il bottino pieno dallo Stirpe. Dobbiamo continuare a lavorare, guardando avanti. Abbiamo visto che in questo campionato in tutte le partite abbiamo la possibilità di portare a casa punti. Ora ci aspetta una gara impegnativa contro la Juventus, ma faremo di tutto per cercare di regalare un altro sogno ai nostri tifosi. Man mano che ci si avvicina alla fine del campionato le squadre cercano di dare il massimo per raggiungere i propri obbiettivi: noi non dobbiamo guardare agli altri, ma soltanto in casa nostra. A mio avviso la SPAL viene da un periodo nel quale la squadra si sta esprimendo su buoni livelli, dobbiamo continuare a impegnarci per portare a casa più punti possibili“.



Leaderboard Derby 2019