Al termine della partita che ha visto Ravenna uscire vincitrice dal MF Impianti Palace ai danni di Ferrara, in sala stampa si sono presentati i capi allenatori delle due squadre, Spiro Leka e Andrea Mazzon, e il presidente della Bondi, Francesco D’Auria. Inutile dirlo: tutti profondamente orgogliosi per i risultati ottenuti.

Spiro Leka

“Il 28 gennaio sono entrato nel famigerato tugurio, adesso indosso orgoglioso giacca e cravatta per rendere consapevole me stesso che ne siamo usciti. Siamo stati grandi, grandissimi. Grazie a tutti, dalla società ai ragazzi, passando per tutti quelli che fanno il lavoro sporco, lontano dalle luci della ribalta, come il ‘Baffo’ (Claudio Maldosso, il magazziniere del Kleb Basket Ferrara; ndr) e Luciano (il custode del MF Impianti Palace; ndr). La partita: ho detto ai miei giocatori di entrare in campo per uscirne a testa alta, così hanno fatto. Gruppo fantastico, davvero. Io sono stato fortunato ad aver sbagliato poche scelte. E fatemi ringraziare mia moglie, persona fantastica, che mi ha supportato in questo percorso e mi non mi ha mai detto niente nonostante arrivassi a casa nervoso come una iena durante questo periodo molto duro. Il futuro? Sicuro mi faccio un pranzo di Pasqua – anche se la mia fede è Cristiana Ortodossa  – con i fiocchi, poi credo andrò al mare. A parte gli scherzi, ho intenzione di continuare a lavorare con alcuni giovani per tutto il mese di Maggio perché voglio sfruttare a pieno i loro margini di miglioramento“.

Andrea Mazzon (coach OraSì Ravenna)

“Voglio fare un applauso alla Bondi perché nonostante la rotazione ridotta all’osso ha giocato una grande partita e ha sempre cercato di reagire. Permanenza in Serie A2 meritata alla grande, sia per la società, storica, che per un pubblico fantastico. Noi, dal canto nostro, siamo stati bravi a portare a casa un risultato importante sopperendo a problemi fisici dovuti alle tante gare consecutive. Adesso godiamoci i play-off, sono orgoglioso di quanto fatto dai ragazzi, dalla società e dallo staff tecnico. Tutti abbiamo fatto uno sforzo notevole durante la stagione. Grazie ai nostri tifosi, si meritano un applauso perché hanno contribuito notevolmente a raggiungere questo traguardo”.

Francesco D’Auria

“Sapete che non mi piace parlare, sono qui perché voglio fare a tutti gli auguri di Buona Pasqua, dai tifosi agli sponsor. Salvezza sudata ma meritata. Siamo stati grandi, soprattutto il coach Spiro Leka, al quale credo di dovere tutto”.