Il poker biancazzurro che annienta il Chievo dà alla SPAL una sicurezza: la prossima sarà la sua diciannovesima stagione in Serie A, la terza dell’era Colombarini dopo il doppio salto di categoria. Nella zona mista di un Bentegodi in cui riecheggiano solo i cori della Curva Ovest, il patron Simone Colombarini sorride e si esalta pensando al grande risultato della sua squadra, che ora può davvero togliere la bottiglia do spumante dal frigo per stapparla insieme a tutta Ferrara.

Finalmente ora non ci sono più dubbi: salvezza aritmetica con tre giornate d’anticipo.
“Oggi siamo stati bravi a restare concentrati dall’inizio alla fine ed a sfruttare le disattenzioni del Chievo: anche se nella prima parte della partita potevamo affondare un po’ di più, ci abbiamo poi pensato nel secondo tempo. Quindi tutto bene, ci tenevo particolarmente a festeggiare con una vittoria al termine della nostra partita e non davanti alla televisione, è più bello così”.

Oggi la SPAL ha dominato, vinto con quattro gol di scarto e dimostrato una forma strepitosa. Ma quaranta giorni fa nessuno avrebbe immaginato di poter smettere di soffrire già adesso.
“Siamo arrivati nel momento clou della stagione col nostro miglior periodo di forma. Si diceva che il girone di ritorno per noi sarebbe stato più difficile perché avevamo le grandi in casa e le piccole in trasferta, eppure siamo riusciti a fare molto bene arrivandoci nel momento migliore ed ottenendo tante vittorie che ci sono mancate nel girone d’andata e che ci hanno permesso di muovere la classifica”.

Il merito di tutto questo è di tutti, a partire dal gruppo: questi giocatori stanno bene insieme.
“Il gruppo è formidabile: hanno sempre lavorato uniti anche quando i risultati non venivano. Abbiamo creduto sempre nella forza e nello spirito di questo gruppo e siamo stati tra le poche squadre a non apportare cambiamenti importanti, credendo nel lavoro quotidiano e nella forza delle persone che abbiamo con noi da ormai tanto tempo, ed alla fine il risultato premia questa filosofia”.

La prossima sarà la terza stagione dell’era Colombarini in Serie A: una grande soddisfazione per la società, che non smette mai di far crescere questa squadra.
“Siamo una società piccola e da quando siamo in Serie A cerchiamo, un passo alla volta, di fare sempre meglio. Ora vedremo come si muoverà il calciomercato: sicuramente parteciperemo non solo stando a guardare le occasioni che si presenteranno, perché abbiamo anche noi i nostri pezzi forti. Possiamo dire che questo mercato sarà molto importante per noi.  Detto questo, cercheremo di migliorarci come abbiamo sempre fatto, aggiungendo qualche altro tassello: questo non vuol dire che arriveremo più avanti o più indietro, ovviamente l’obiettivo principale resta la salvezza, ma cercheremo di allestire una rosa ancora più competitiva di quella di quest’anno anche se siamo consapevoli che non sarà facile”.

Anche oggi, come ad Empoli, un altro esodo da Ferrara per accompagnare la squadra: sembrava di giocare al Mazza.
“I nostri tifosi sono il nostro orgoglio e se non ci fossero loro probabilmente non ci saremmo neanche noi. E’ molto importante che ci stiano vicini e sono contento soprattutto per loro per questo grande risultato: sono venuti  a Verona in massa, sembrava davvero di giocare in casa e sono tanto contento che abbiano potuto festeggiare qui con la squadra dopo la partita ed anche nei prossimi giorni. Sono veramente molto importanti per noi”.

Il traguardo è raggiunto ma il campionato non è finito. Mancano ancora tre partite, tra cui due grandi match in casa contro Napoli e Milan.
“Essere nella parte sinistra della classifica è un traguardo importante: sapete come ci teniamo a finire bene questo campionato. Anche se oggi è matematica, la salvezza era già data come risultato quasi acquisito dopo la vittoria contro l’Empoli, ma noi vogliamo fare bella figura ed arrivare il più in alto possibile: cercheremo di affrontare le prossime partite col massimo impegno sia per onorare il campionato sia per cercare di fare più punti possibile. Le giocheremo con meno tensione, ma vogliamo continuare a fare bella figura: al Mazza abbiamo ottenuto tanti bei risultati e vogliamo regalarne altri ai nostri tifosi sia per loro che per la nostra classifica”.



Leaderboard Derby 2019