Mattia Finotto torna ad essere un giocatore della SPAL. Dopo che il Cittadella, squadra nella quale ha militato in prestito nell’ultima stagione, ha esercitato nella giornata di giovedì il diritto di riscatto per l’attaccante trevigiano, nemmeno settantadue ore dopo Davide Vagnati ha deciso di controriscattarlo, riportandolo così a Ferrara. L’ipotesi più probabile, a questo punto, resta comunque un nuovo trasferimento per lui, con la SPAL che cercherà di monetizzare dopo due prestiti consecutivi. Le voci più ricorrenti parlano di un interessamento da parte del Monza di Berlusconi, e per lui sarebbe un ritorno nella piazza brianzola, nella quale gioco 62 partite segnando 18 gol nel biennio precedente al suo arrivo in biancazzurro.

Finotto, classe 1992, è stato uno dei protagonisti della doppia scalata dalla serie C alla serie A della SPAL, contribuendo, in maniera importante sotto il profilo realizzativo, con ben undici gol, nella sua prima stagione a Ferrara. Una volta raggiunta la massima serie però la dirigenza spallina ha preferito trovare per lui soluzioni che gli garantissero un impiego più continuativo, prima mandandolo in prestito alla Ternana in una stagione terminata con sole tre reti e la retrocessione, e poi, nella stagione successiva, proprio a Cittadella, con i veneti vicini a sfiorare la clamorosa impresa della promozione, grazie anche ai suoi 7 gol e 4 assist.



Leaderboard Derby 2019