La partita tra SPAL e gli sloveni del ND Gorica non è stato nient’altro che un test per variare un po’ la routine della prima fase del ritiro campionato e iniziare a provare qualche primo meccanismo, pur con un organico ancora in costruzione. Queste le impressioni di mister Semplici nei minuti successivi all’amichevole.

Mister Semplici, debutto con un sorriso. 3-1 con doppietta di Paloschi e gol di Dickmann.
“Sono soddisfatto perché dopo una sola settimana di allenamento abbiamo visto cose positive. La rosa è ancora incompleta, mancano ancora giocatori e ci sono tanti nuovi ragazzi che devono entrare nella nostra mentalità. Alcuni sono stati dosati a causa di piccoli infortuni, ma speriamo che le loro condizioni migliorino già per venerdì. Dobbiamo continuare a lavorare con passione e determinazione per essere pronti ad inizio campionato”.

Oggi abbiamo visto la SPAL schierata con il classico 3-5-2.
“Ci mancano ancora diversi giocatori. Aspettiamo il completamento della rosa per sviluppare altri tipi di moduli, cercando di capire al meglio le caratteristiche dei nuovi”.

Di questa prima settimana cosa è piaciuto e cosa invece è da migliorare?
“Siamo appena ad inizio stagione. Da qui in avanti dovranno esserci miglioramenti sotto tutti i punti di vista. Oggi abbiamo giocato con personalità, facendo quanto provato in settimana e questo è sicuramente positivo. Dobbiamo continuare a crescere e completare in maniera importante la rosa. Bisognerà attendere i primi d’agosto per andare a prendere giocatori in questo momento irraggiungibili economicamente”.

Quanti giocatori servono appunto per completare la rosa?
“Ancora 6-7 giocatori, ma prima devono uscire tanti ragazzi che non fanno più parte del progetto SPAL. Con la società valuteremo i calciatori concordati”.

Stepinski il nome più caldo del mercato.
“Questa è una cosa che mi ha sorpreso. Stepinski non è vicino, non ne abbiamo mai parlato. Magari più avanti lo valuteremo, ma attualmente sono sorpreso di questo continuo accostamento mediatico. A me non ne ha mai parlato nessuno. Credo non sia raggiungibile e non è il giocatore che cerchiamo”.

Crede in un possibile ritorno in biancazzurro di Bonifazi?
“Se ne è parlato. La società ha fatto un’altra offerta, ma purtroppo il Torino lo ha controriscattato. Si possono aprire spiragli ma non è semplice. Il Torino vuole tanti soldi. Attendiamo sviluppi per vedere se potrà tornare”.

Igor alla prima ha fatto una bella impressione.
“I nuovi, nonostante i pochi allenamenti, hanno già recepito le indicazioni. Igor mi sta dando buone impressioni. Lo conosciamo poco e oggi ho voluto dargli minutaggio. E’ un ’98: dovremmo lavorare e avere pazienza nel farlo crescere, ma è certamente un prospetto importante”.



Leaderboard Derby 2019