Con il calciomercato ormai a pieno regime le indiscrezioni sui trasferimenti iniziano a moltiplicarsi. Verificare tutto per bene richiede tempo e non è neanche detto ci si possa riuscire, ma anche leggere cento link (di cui molti con notizie di seconda e terza mano) può essere frustrante. Così abbiamo deciso di offrire ai nostri lettori una rapida panoramica quotidiana sulle voci delle 24 ore precedenti, disseminate tra le decine di fonti che stanno riportando notizie di mercato. Questo non implica necessariamente la loro veridicità, ma può aiutare a tenere d’occhio eventuali sviluppi.

in entrata?

FEDERICO DI FRANCESCO (esterno/attaccante, 1994, Sassuolo)
La trattativa per l’esterno del Sassuolo c’è e potrebbe anche arrivare ad una svolta decisiva nel corso di questa settimana dopo l’incontro tra i rispettivi direttori sportivi. Lunedì la testata Sassuolo News ha dato conto di una certa distanza tra domanda e offerta (8 la richiesta neroverde, 5 quanto offrirebbe la SPAL), ma a Ferrara sembra esserci un cauto ottimismo. Di Francesco è un obiettivo primario per la campagna acquisti della SPAL, come ammesso peraltro anche da Simone Colombarini non più tardi di domenica scorsa.

KEVIN BONIFAZI (difensore, 1996, Torino)
Il solito giro di riciclo delle notizie (se così si possono chiamare) ha fatto sì che Bonifazi sembrasse ad un passo dal prestito alla Fiorentina dopo che il quotidiano La Nazione aveva teorizzato questo scenario. Qualche verifica ci ha permesso di appurare che non solo questa ipotesi poggia su fondamenta a dir poco fragili (la Fiorentina sta pensando ad altro), ma che la SPAL rimane piuttosto tranquilla su questo fronte, forte anche del rapporto molto stretto con lo stesso difensore granata. La trattativa col Torino è di quelle complesse, ma in via Copparo non si vuole lasciare nulla di intentato per riportare KB in biancazzurro.

EMANUELE GIACCHERINI (centrocampista/attaccante, 1985, Chievo)
Con il suo solito stile telegrafico, Tuttomercatoweb ha teorizzato l’ennesimo tentativo della SPAL per l’ex Juventus e Napoli. La storia è nota: il giocatore è stato nella lista dei possibili acquisti della SPAL nelle ultime tre sessioni di mercato, ma poi – per un motivo o per un altro – non se ne è mai fatto nulla. Giaccherini allo stato attuale è di troppo al Chievo per via di un ingaggio molto pesante, ma non risulta che Vagnati abbia formulato una qualunque proposta al club di Campedelli, a maggior ragione vista la necessità di valorizzare l’investimento fatto a gennaio su Jankovic. Più probabile invece che Giaccherini sia stato proposto.

MARIUSZ STEPINSKI (attaccante, 1995, Chievo)
Quella dell’attaccante polacco rischia di diventare la storia infinita, soprattutto se si considera che l’edizione di martedì de La Gazzetta dello Sport dà come vicinissimo il suo approdo alla SPAL. A Ferrara però tira un’aria un po’ diversa e appare chiaro come questa ipotesi si sia decisamente raffreddata a fronte della volontà di valutare altri potenziali innesti in attacco (Babacar?).

GIANGIACOMO MAGNANI (difensore, 1995, Sassuolo)
L’imponente difensore è nel radar della SPAL già dai tempi di Perugia e lunedì il suo nome è stato infilato nel frullatore da Sassuolo News come possibile alternativa a Bonifazi. Al momento appare solo una teoria. Magnani è assistito da Tullio Tinti, procuratore che – tra gli altri – cura gli interessi anche di Paloschi e di diversi ex spallini (Cerri, Bonazzoli, Ghiglione, Vitale, De Vitis, Filippini, Della Giovanna).

ANDREA BERTOLACCI (centrocampista, 1991, svincolato)
E’ bastato che la Nuova Ferrara lo inserisse come possibile opzione tra gli svincolati disponibili per attivare l’ennesimo circolo di titoli a effetto e link acchiappa-clic. Negli ultimi giorni il rumore si è fatto meno intenso, complice anche una (presunta) offerta da parte del Celtic di Glasgow. Il fatto è che la SPAL non ha formulato alcuna proposta, né è mai stata interessata al giocatore.



Leaderboard Derby 2019