Manca esattamente un mese all’inizio della serie A 2019-2020. La SPAL, in preparazione di un’altra stagione che si annuncia particolarmente impegnativa, ha già fatto cinque mosse inserendo Berisha, Igor, Murgia, D’Alessandro e Moncini (di ritorno da Cittadella), sacrificando Manuel Lazzari. E le altre? Con 40 giorni (!) di mercato ancora all’orizzonte, ecco uno sguardo ragionato alle squadre che nella scorsa stagione si sono posizionate nella colonna destra o hanno conquistato la serie A.

D’altra parte è cosa risaputa che l’intensità delle trattative salirà nelle due settimane finali della sessione estiva. Non resta che attendere, con le orecchie ben tese per cogliere al volo qualsiasi indiscrezione, con buona pace degli allenatori, ognuno dei quali sogna di avere la rosa al completo anche solo a quindici giorni dalla prima di campionato.

Bologna (10° nella scorsa stagione a +2 sulla SPAL)
allenatore: Sinisa Mihajlovic (confermato)

  • Acquisti principali: Tomiyasu (dif, Sint Truiden); Denswil (dif, Bruges); Schouten (cen, Excelsior); Bani (dif, Chievo); Lappalainen (est, HJK Helsinki); Skov Olsen (att, Nordsjaelland); Falletti (trq, Palermo, fp); Crisetig (cen, Benevento, fp); Rizzo (cen, Carpi, fp);
  • Cessioni principali: Helander (dif, Rangers); Avenatti (att, Standard Liegi); Krafth (dif, Amiens); Lyanco (dif, Torino, fp); Edera (att, Torino, fp); Mattiello (est, Atalanta, fp).

La brutta notizia della malattia che ha colpito Mihajlovic ha inevitabilmente distolto l’attenzione da un mercato finora vivace, che ha già portato a Bologna sei giocatori nuovi. Certo, si tratta di nomi esotici che vanno dal giapponese Tomiyasu (1998) al danese Skov Olsen (1999) a cui però vanno affiancati i riscatti di Orsolini (1997), Soriano (1991) e Sansone (1991): tre dei giocatori che nel girone di ritorno hanno provveduto a risollevare le sorti dei rossoblù dopo l’esonero di Inzaghi. Il rigorista Pulgar (1994) e Dijks (1993) sono ancora al loro posto e c’è un Destro (1991) che scalpita in cerca di rilancio.

Sassuolo (11° nella scorsa stagione a +1 sulla SPAL)
allenatore: Roberto De Zerbi (confermato)

  • Acquisti principali: Caputo (att, Empoli); Traoré (cen, Sassuolo); Toljan (est, Borussia Dortmund); Mazzitelli (cen, Genoa, fp); Gravillon (dif, Inter); Sala (est, Inter); Letschert (dif, Utrecht, fp); Goldaniga (dif, Frosinone, fp); Dell’Orco (dif, Empoli, fp); Boateng (att, Barcellona, fp).
  • Cessioni principali: Demiral (dif, Juventus); Sensi (cen, Inter); Bandinelli (cen, Empoli); Scamacca (att, Ascoli); Lemos (dif, Las Palmas, fp).

Le importanti cessioni di Demiral e Sensi sono state compensate dagli arrivi di Traoré (2000) e Caputo (1987) dall’Empoli, i due principali protagonisti della scorsa stagione dei toscali. Rientra Boateng (1987), ma dovrebbe ripartire direzione Germania dopo il semestre al Barcellona. Obiang (1992) è l’obiettivo numero uno a centrocampo per una squadra che deve sfoltire un po’ l’organico (con Di Francesco e Babacar che interessano alla SPAL) prima di inserire altri elementi. C’è almeno una decina di giocatori potenzialmente in uscita.

Udinese (12^ nella scorsa stagione a +1 sulla SPAL)
allenatore: Igor Tudor (confermato)

  • Acquisti principali: Becao (dif, Bahia); Cristo Gonzalez (att, RM Castilla); Jajalo (cen, Palermo); Nicolas (por, Verona); Angella (dif, Charleroi, fp); Pezzella (est, Genoa, fp); Sierralta (dif, Parma, fp); Perica (att, Frosinone, fp); Balic (cen, Fortuna Sittard, fp); Scuffet (por, Kasimpasa, fp); Matos (att, Verona, fp); Machis (att, Cadice, fp);
  • Cessioni principali: Badu (cen, Verona); D’Alessandro (est, Atalanta, fp); Iniguez (dif, Tiburones Veracruz); Bochniewicz (dif, Gornik Zabrze); Behrami (cen, Sion); Zeegelaar (est, Watford, fp); Okaka (att, Watford, fp); Sandro (cen, Genoa, fp); Wilmot (dif, Watford, fp); Vizeu (att, Gremio); Wagué (dif, Nantes).

Parlare di cantiere aperto non sembra del tutto improprio, visto che il ds Pierpaolo Marino ha dichiarato esplicitamente che per la campagna acquisti c’è ancora tempo. Per il momento sono arrivati un paio di giocatori tutti da scoprire, più l’esperto croato Jajalo (1988) dopo il naufragio del Palermo. Il trascinatore De Paul (1994) per il momento è ancora a disposizione di Tudor, ma forse è l’unica notizia davvero incoraggiante. Si legge di Saponara (1991) e Nestorovski (1990) come potenziali rinforzi e del turco Tokoz (1996) come obiettivo per il centrocampo. Non è da escludere qualche travaso dal Watford (club inglese della famiglia Pozzo).

Fiorentina (14^ nella scorsa stagione a -1 dalla SPAL)
allenatore: Vincenzo Montella (confermato)

  • Acquisti principali: Dragowski (por, Empoli, fp); Terracciano (por, Empoli, fp); Terzic (est, Stella Rossa); Castrovilli (cen, Cremonese, fp); Rasmussen (dif, Empoli, fp); Thereau (att, Cagliari, fp); Saponara (trq, Sampdoria, fp); Cristoforo (cen, Getafe, fp); Eysseric (trq/att, Nantes, fp); Zurkowski (cen, Gornik Zabrze)
  • Cessioni: Norgaard (cen, Brentford); Veretout (cen, Roma); Laurini (est, Parma); Lafont (por, Nantes); Muriel (att, Siviglia, fp); Gerson (cen, Roma, fp); Edimilson (cen, West Ham, fp); Pjaca (att, Juventus, fp); Mirallas (att, Everton, fp);

Grazie all’arrivo del magnate statunitense Commisso a Firenze sperano di non finire più nella colonna destra della classifica, ma per ora il valore della squadra è tutto da misurare. A maggior ragione se Chiesa decidesse di forzare il suo addio ai viola. Il ds Pradé, al momento dell’insediamento, ha fatto presente che prima di acquistare è necessario sfoltire pesantemente. Per il momento, tra i giocatori più utilizzati nella scorsa stagione, se ne sono andati Lafont, Laurini e Veretout ma c’è un esercito di elementi da piazzare.

Cagliari (15° nella scorsa stagione a -1 dalla SPAL)
allenatore: Rolando Maran (confermato)

  • Acquisti principali: Mattiello (est, Atalanta); Vicario (por, Venezia); Walukiewicz (dif, Pogon Szczecin); Rog (cen, Napoli); Pajac (est, Empoli, fp); Farias (att, Empoli, fp)
  • Cessioni principali: Barella (cen, Inter); Padoin (est/cen, svincolato); Srna (est, ritirato); Pellegrini (est, Roma, fp)

Per ora i sardi si sono limitati a compensare la remunerativa cessione di Barella con l’arrivo (costoso) di Rog (1995) dal Napoli, mantenendo comunque tutti suoi elementi-chiave come Cragno, Ceppitelli, Castro, Joao Pedro e Pavoletti. In arrivo anche il centrocampista Nandez (1995) dal Boca Juniors: verrà pagato ben 18 milioni. Continuano i tentativi anche per Defrel (1991) della Roma, innesto che metterebbe a disposizione di Maran una squadra decisamente solida e dotata di alternative valide.

Parma (16° nella scorsa stagione a -1 dalla SPAL)
allenatore: Roberto D’Aversa (confermato)

  • Acquisti principali: Cornelius (att, Atalanta); Kulusevski (cen, Atalanta); Karamoh (att, Inter); Hernani (cen, Zenit); Dermaku (dif, Cosenza); Laurini (dif, Fiorentina); Colombi (por, Carpi).
  • Cessioni principali: Frattali (por, Bari); Scavone (cen, Bari); Vacca (cen, Venezia); Schiappacasse (att, Atletico Madrid, fp); Gobbi (est, ritirato); Biabiany (att, svincolato); Rigoni (cen, svincolato); Sierralta (dif, Udinese, fp); Bastoni (dif, Inter, fp); Dimarco (est, Inter, fp).

Le conferme dal Napoli di Sepe (1991), Grassi (1995) e Inglese (1991) e la permanenza (per ora) di Gervinho (1987) rappresentano senz’altro le notizie migliori per mister D’Aversa. Le partenze in attacco di Biabiany (1988, svincolato) e Ceravolo (1987) – ormai imminente – sono state compensate con gli arrivi del promettente Karamoh (1998) e dalla scommessa Cornelius (1993). Occhio al talentino Kulusevski (2000), prospetto sul quale l’Atalanta punta molto per il futuro. A centrocampo è arrivato Hernani (1994), brasiliano trattato dalla SPAL nell’estate 2017. Potrebbe mancare qualcosa in difesa (Bastoni è tornato all’Inter) e sulla corsia di sinistra, non a caso si valuta Pezzella (1997) dell’Udinese.

Genoa (17° nella scorsa stagione a -4 dalla SPAL)
allenatore: Aurelio Andreazzoli (nuovo)

  • Acquisti principali: Jaroszynski (est, Chievo); Zapata (dif, Milan); Gumus (est, Galatasaray); Barreca (est, Monaco); Pinamonti (att, Inter); Jagiello (cen, Zaglebie Lubin); Cassata (cen, Sassuolo); Romulo (est/cen, Lazio, fp); Sandro (cen, Udinese, fp); Rizzo (dif, Inter); El Yamiq (dif, Perugia, fp).
  • Cessioni principali: Veloso (cen, Verona); Gunter (dif, Verona); Lapadula (att, Lecce); Omeonga (cen, Cercle Bruges); Lazovic (est, svincolato); Rolon (cen, Malaga, fp).

Decifrare il mercato del Genoa è sempre un problema, anche se l’arrivo di un allenatore come Andreazzoli potrebbe portare idee un po’ più chiare e tutto sommato non sembrano essere necessari grandi interventi per mettere assieme una squadra da salvezza. Gli inserimenti di Zapata (1986) e Pinamonti (1999) sono senz’altro i più interessanti. Il veterano Pandev (1983) potrebbe addirittura arretrare sulla linea di centrocampo per lasciare spazio in avanti al giovane attaccante della U21 ed a Kouamé. Confermato Romero (1998) dietro (già prenotato dalla Juve), è rientrato anche Romulo (1987) dalla Lazio.

Brescia (1° nella scorsa stagione in serie B)

  • Acquisti principali: Ayé (att, Clermont); Joronen (por, Copenhagen); Chancellor (dif, Al Ahli).
  • Cessioni: Meccariello (dif, Lecce); Romagnoli (dif, Empoli, fp); Rodriguez (att, Chievo, fp); Martinelli (cen, svincolato); Boniotti (est, svincolato); Lancini (dif, svincolato).

La storia di Massimo Cellino dice che l’ex presidente del Cagliari è tutto meno che uno sprovveduto e infatti, come prima cosa, ha messo sotto chiave il suo gioiellino Sandro Tonali (2000). Il problema è che finora il mercato delle rondinelle è stato abbastanza limitato, con l’ingaggio di tre scommesse provenienti da campionati esteri. La lista dei potenziali obiettivi è lunga e riguarda soprattutto difesa e attacco: si parla di Bogdan (1996, Livorno) e Ceccherini (1992, Fiorentina) per le retrovie, così come di Cerri (1996, Cagliari) e Boateng (1987, Sassuolo) per l’attacco. Improbabile che vengano fatte follie per Balotelli (1990, svincolato).

Lecce (2° nella scorsa stagione in serie B)
allenatore: Fabio Liverani (confermato)

  • Acquisti principali: Vera (est, Leones); Benzar (est, FCSB); Shakhov (cen/trq, PAOK); Gabriel (por, Perugia); Lapadula (att, Genoa); Rossettini (dif, Chievo);
  • Cessioni principali: Caturano (att, Virtus Entella); Arrigoni (cen, Teramo); Di Matteo (est, Teramo); Palombi (att, Lazio, fp); Scavone (cen, Parma, fp).

Il mercato delle neopromosse non è mai facile e finora i salentini sono andati su usati più o meno sicuri (Lapadula e Rossettini) e alcune scommesse estere. Ma sembra poco per rendere la squadra realmente competitiva. Il ds Meluso dovrebbe riuscire a riportare a Lecce il difensore Venuti (1995, Fiorentina), mentre aspetta ancora segnali per il veterano turno Yilmaz (1985, Besiktas). Per la difesa si guarda a Tonelli (1990, Napoli) e Magnani (1995, Sassuolo). In attacco occhi anche su Farias (1990, Cagliari).

Hellas Verona (promosso con i playoff di serie B)
allenatore: Ivan Juric (nuovo)

  • Acquisti principali: Rrahmani (dif, Dinamo Zagabria); Bessa (cen/trq, Genoa); Bocchetti (dif, Spartak Mosca); Badu (cen, Udinese); Veloso (cen, Genoa); Radunovic (por, Atalanta); Gunter (dif, Genoa).
  • Cessioni principali: Caracciolo (dif, Cremonese); Laribi (est/trq, Empoli); Nicolas (por, Udinese); Bearzotti (est, Modena); Bianchetti (dif, svincolato); Matos (att, Udinese, fp); Gustafson (cen, Torino, fp); Colombatto (cen, Cagliari, fp);

Gli scaligeri hanno inserito un paio di elementi di grande esperienza, anche internazionale, come Bocchetti (1986) e Veloso (1986)  ma sono solo i primi puntelli di una rosa che deve essere ulteriormente rafforzata. La conferma di Zaccagni (1995) è una bella notizia, ma al momento manca un po’ di qualità a centrocampo e in attacco. Caccia aperta a Verre (1994) della Sampdoria e Ciano (1990) del Frosinone, tra gli altri. Juric potrebbe avere un ascendente anche sullo svincolato Lazovic (1990), già avuto al Genoa.



Leaderboard Derby 2019
leaderboard myes