All’indomani della ricognizione sugli stipendi dei giocatori della serie A, la Gazzetta dello Sport ha voluto offrire una panoramica anche su quelli degli allenatori del massimo campionato italiano, sottolineando con una certa enfasi lo sforzo fatto dall’Inter per assicurarsi i servizi di Antonio Conte.
L’ex allenatore di Juventus e Chelsea, oltre che della nazionale italiana, domina la scena con un ingaggio da 11 milioni a stagione. Se i numeri riportati dal quotidiano rosa fossero effettivamente quelli impressi sui contratti, significherebbe che la somma degli ingaggi di Sarri (5,5) e Ancelotti (5) non basterebbe per eguagliare quello del tecnico dell’Inter.

La formula dubitativa è quantomeno opportuna e sorge a causa di almeno un paio di discrepanze significative rispetto alla tabella relativa alla stagione 2018-2019 pubblicata sempre dalla Gazzetta. Ad esempio: Mazzarri sarebbe passato dal guadagnare 2 milioni a 1,8 con lo stesso contratto; Ancelotti stesso, un anno fa, avrebbe dovuto guadagnare 6,5 milioni mentre quest’anno si fermerebbe a 5 (senza variazioni di contratto).

[la tabella di Gazzetta dello Sport con gli ingaggi degli allenatori all’inizio della serie A 2018-2019]
E poi c’è il caso di Leonardo Semplici: seguendo il filo proposto da Gazzetta, nello spazio di un anno gli sarebbe stato raddoppiato lo stipendio: da 400mila euro stagionali a 800mila, con l’estensione di un anno rispetto al precedente accordo. Che il rinnovo ci sia stato, con relativo ritocco, è un fatto acclarato. Ma che il suo salario sia lievitato con questa rapidità è totalmente da escludere, considerati anche gli standard abituali di casa SPAL nella gestione dei contratti.
Da via Copparo è stato declinato ogni tipo di commento ufficiale sulla questione, ma molteplici indizi portano a pensare che l’ingaggio di Semplici si collochi in una fascia compresa tra i 500 e i 600 mila euro stagionali, facendogli quindi perdere (almeno) un paio di posizioni nella graduatoria ricavabile dai dati di Gazzetta.

Con i dati riportati sull’edizione dell’11 settembre, Semplici si collocherebbe al 15° posto, lasciando dietro di sé due neopromossi (Corini e Juric) oltre a D’Aversa, Andreazzoli e Tudor.

  1. Antonio Conte (Inter), 11 mln (2022)
  2. Maurizio Sarri (Juventus), 5.5 mln (2022)
  3. Carlo Ancelotti (Napoli), 5 mln (2021)
  4. Paulo Fonseca (Roma), 3 mln (2021)
  5. Sinisa Mihajlovic (Bologna), 3 mln (2022)
  6. Gian Piero Gasperini (Atalanta), 2.5 mln (2022)
  7. Simone Inzaghi (Lazio), 2 mln (2021)
  8. Marco Giampaolo (Milan), 2 mln (2021)
  9. Walter Mazzarri (Torino), 1.8 mln (2020)
  10. Eusebio Di Francesco (Sampdoria), 1.8 mln (2022)
  11. Vincenzo Montella (Fiorentina), 1.5 mln (2022)
  12. Roberto De Zerbi (Sassuolo), 1 mln (2020)
  13. Rolando Maran (Cagliari), 1 mln (2022)
  14. Fabio Liverani (Lecce), 0.9 mln (2022)
  15. Leonardo Semplici (SPAL), 0.8 mln (2021)
  16. Roberto D’Aversa (Parma), 0.75 mln (2022)
  17. Aurelio Andreazzoli (Genoa), 0.7 mln (2022)
  18. Eugenio Corini (Brescia), 0.6 mln (2020)
  19. Ivan Juric (Hellas Verona), 0.6 milioni (2020)
  20. Igor Tudor (Udinese), 0.5 mln (?)

 

Lascia un commento


Leaderboard Derby 2019