Prima regola per gli aspiranti calciatori professionisti: oltre l’atteggiamento serve anche qualcos’altro per vincere le partite, ad esempio sfruttare le occasioni che capitano nell’arco di una partita. Non è bastato un buon primo tempo ai ragazzi della SPAL Under 15 per avere la meglio nel derby contro il Bologna, in una sfida sempre entusiasmante a prescindere dalla categoria. I rossoblù si sono imposti al “G.B. Fabbri” con un netto 3-0 grazie ad una prestazione caparbia e concreta, l’opposto di quanto fatto vedere dalla SPAL, volenterosa ma molle al momento di assestare il colpo.

Eppure gli spallini erano sembrati avere una marcia in più ad inizio partita, sfiorando l’immediato vantaggio con Longoni e rimanendo costantemente nella metà campo avversaria, senza lasciare possibilità di ragionamento al Bologna che ha faticato a innescare il suo terzetto nelle zone offensive. Gli ospiti mettono fuori la testa con un tiro senza pretese di Cesari al quarto d’ora, con la SPAL che poco prima aveva mancato un’altra palla gol su colpo di testa di Marchioro, fuori di un soffio. L’episodio che cambia il match arriva al 18’ e non sorride ai padroni di casa, beffati dopo le buone cose prodotte fino a quel momento: Casadei, appena dentro l’area, commette un fallo ingenuo che causa un rigore ineccepibile, realizzato pochi istanti dopo dal capitano rossoblù Bellisi. La SPAL non si perde d’animo e reagisce subito: punizione di Longoni, di poco alta sopra la traversa. Gli automatismi dei biancazzurri funzionano bene quando si passa la metà campo, ma dietro a poco a poco si inizia a ballare pericolosamente. Solo una magistrale parata di Martelli al 24’ evita il raddoppio bolognese, quando la palla sembrava già in rete. Il ritmo cresce col passare dei minuti e i ragazzi di Bovo sfiorano il pareggio almeno in un altro paio d’occasioni: prima Antonciuc calcia fuori da buona posizione, poi ancora Marchioro è impreciso al momento di colpire dentro l’area. Ma il gol, che gli spallini a onor del vero meriterebbero, non arriva. La rete si gonfia invece dall’altra parte poco prima dall’intervallo, con un Bologna spietato che da corner colpisce grazie ad Amey, capitalizzando al meglio una delle poche opportunità che capita sulla testa del centrale rossoblù, imperioso nello stacco che vale il 2-0 e chiude la prima frazione.

Nel secondo tempo mister Bovo prova a scuotere i suoi con un paio di cambi per riaprire la sfida, ma per i suoi non c’è neanche il tempo di assestarsi che il Bologna chiude i conti dopo quattro minuti dalla ripresa dei giochi, micidiale per tempismo e efficacia. Segna ancora Bellisi, favorito da un rimpallo al limite dell’area e lesto subito dopo a calciare di prima intenzione sotto la traversa, mettendo di fatto la parola fine sul derby. Giusto per tenere viva la restante mezz’ora, l’attaccante bolognese Omeregie si fa espellere per un brutto fallo di reazione dopo aver perso il pallone a centrocampo, ma anche con la superiorità numerica la SPAL non crea alcunché, sfiduciata di fronte ad un passivo troppo grande da recuperare.

Con la sconfitta odierna la SPAL resta a metà classifica con sette punti dopo sei giornate. L’analisi del tecnico Riccardo Bovo, intervistato nel post-partita, riassume con grande realismo la prestazione dei suoi ragazzi: “Abbiamo giocato un buon primo tempo, commettendo però due errori che ci hanno punito senza appello: bravi gli avversari che hanno sfruttato al meglio le nostre ingenuità, polli noi che ci siamo distratti. L’inizio stagione per un nuovo gruppo è sempre ostico. Bisogna amalgamarsi al meglio e cercare di ottenere la giusta coesione che può facilitare tante altre cose. Ora andiamo a Brescia con un’altra carica, cercando di raggiungere quella continuità che a questi livelli non è mai semplice da trovare”.

SPAL-Bologna 0-3 (pt 0-2)

SPAL (4-3-1-2): Martelli; Verza, Casadei, Maset, Novi (dal 1’s.t. Santella); Antonciuc, D’Agata (dal 10’ s.t. Marrale), Parravicini; Longoni (dal 10’s.t. Deme Serigne); Marchioro, Angeletti (dal 1’s.t. Simonetta). A disp. Straforini, Molinari, Nappi, Bisan, Gaudiano.  All. Bovo

Bologna (4-3-2-1): Franzini; Chelli (dal 9’s.t. Baroncioni), Amey, Di Turi (dal 32’s.t. Peterlini), Myzeqari; Ferrante (dal 9’s.t. Zenzola), Bellisi (dal 14’s.t. Dragà), Rosetti (dal 9’s.t. De Marco); Torino (dal 9’s.t. Menegazzo), Cesari (dal 14’s.t. Bernacci); Omeregie. A disp. Raffaelli, Aronni. All. Morara

Arbitro: Sig. Rosania Alfonsorocco di Finale Emilia. Ass.ti:Emmar-Franceschi
Marcatori: Bellisi (B) al 18’ p.t. su rigore e al 4’s.t., al 32’ p.t. Amey (B).
Ammoniti: Marchioro (S).
Espulsi: Omeregie (B) al 10’s.t. per fallo di reazione.
Note: Giornata soleggiata. Campo sintetico. Angoli 6-4. Recuperi: 0’p.t.- 2’ s.t.



Leaderboard Derby 2019