La SPAL sconfitta a Cagliari non è proprio piaciuta a Francesco Colombarini, queste le esternazioni del patron nel post-partita della Sardegna Arena: “Secondo il mio punto di vista è stata una prova insufficiente. Pensavo in tutta sincerità di vedere qualcosa di più. Ho visto meno impegno di quello che normalmente viene offerto. Ho visto una squadra più lenta rispetto alla buona prova messa in scena contro il Parma prima della sosta, mentre ho apprezzato quello che ha fatto vedere dall’altra parte il Cagliari, oggi davvero encomiabile. Il mal di trasferta? Non so se sia una malattia grave, chissà che con con un’aspirina si possa guarire in fretta (ride, ndr); ma non credo che sia così facile“.

Ora arriveranno delle partite difficili contro Milan e Napoli, è vero, ma credo lo stesso che ci divertiremo: quelle sono le partite più facili perché le dai già per perse, poi tutto quello che viene in più è di guadagnato. Dopo invece ci saranno le sfide con Samp, Genoa, Udinese e lì bisognerà fare punti. Se metterei la firma per fare nove punti con quelle e perdere invece le prossime due? Il programma è quello. Se ci si deve salvare almeno un punto per partita di media bisogna farlo”.



Leaderboard Derby 2019