É una vittoria che permette di tirare un bel sospiro di sollievo anche a Simone Colombarini quella di oggi all’Olimpico di Torino, pur pensando già a quella che sarà la seconda parte della stagione. Queste le parole del proprietario biancazzurro.

“È stata una bellissima vittoria, per il morale dei ragazzi e per la classifica e spero che questo sia un punto di partenza per un 2020 che ci regali ottime prestazioni e più punti di quelli fatti fino ad oggi. La strada è sicuramente quella giusta, con una squadra che non ha mollato mai nel corso dei novanta minuti, trovando una vittoria meritata che ha messo in mostra la qualità di alcuni nostri giocatori”.

“Strefezza ha fatto molto bene stasera, ma già dalle prima partite si era intravisto il suo potenziale. Oggi la squadra mi è piaciuta, abbiamo sofferto tutti insieme quando c’era da soffrire e poi punto quando è stato possibile. Siamo in serie A, non sempre si può giocare di fioretto, a volte ci vuole anche la sciabola. Lo spirito di questa squadra è di grande unità, umiltà, fiducia nei propri mezzi e voglia di salvarsi. Tutti hanno dimostrato di voler rimanere su questo carro per poter arrivare alla salvezza, dopo le parole del presidente Mattioli in settimana. Se poi qualcuno non vuole continuare questa battaglia basta lo dica e si troverà una soluzione, ma oggi si è vista una volontà collettiva importante”.

“Quando un giocatore come Petagna, che può avere ambizioni superiori, decide che vuole far parte di questo progetto, noi non possiamo far altro che essere contenti. Ce ne vorrebbero tanti come lui, sta dando tanto, vogliamo salvarci con lui poi a fine campionato vedremo cosa dirà il mercato. Per ora possiamo solo ringraziarlo”.

“Il mercato a gennaio sarà difficile. Se qualcuno vorrà andare lo accontenteremo, mentre noi cercheremo di rinforzarci, pur tenendo conto che i mezzi a disposizione non sono illimitati. Dobbiamo partire da questa prestazione che ha dimostrato che i valori nella rosa ci sono. Non ci butteremo a capofitto sul mercato il primo giorno, ma faremo tutto quanto possibile per raggiungere la salvezza. Di Francesco oggi era pronto, dopo tanto fuori e il mister ha scelto di non rischiarlo dal primo minuto. A gennaio anche Fares si aggregherà al gruppo e siamo convinti che con tutta la rosa a disposizione ci siano i mezzi per raggiungere l’obiettivo. Poi se servirà altro, faremo qualcosa”.

“Io sono contento soprattutto per i nostri tifosi per poter regalare loro quindici giorni di serenità, più felici e consapevoli dei nostri mezzi. Dedichiamo a loro questa vittoria, dopo che ci hanno seguiti nonostante l’ultimo posto in classifica, cosa per nulla scontata, soprattutto se si pensa che il Torino, che è ottavo in classifica, è stato fischiato durante la partita. I nostri tifosi hanno capito che i ragazzi ci credono, la società ci crede e tutti uniti ce la possiamo fare”.



Leaderboard Derby 2019