La SPAL, a poco più di settantadue ore dalla sconfitta incassata al San Paolo di Napoli, torna in campo: al Paolo Mazza arriva il Milan (calcio d’inizio alle ore 21,45). E se all’alba della gara d’andata (terminata poi 1-0, gol di Suso su punizione) c’era qualche possibilità di fare risultato viste grosse difficoltà in cui versavano i rossoneri adesso i pronostici sembrano pendere con forza quasi schiacciante verso i rossoneri. Dalla ripresa del campionato il Milan è in serie positiva, avendo prima sbancato Lecce (1-4) e poi regolato la Roma in casa per 2-0. Per capire meglio che aria si respira nei dintorni di Milanello abbiamo intervistato Marco Ramiccia, che scrive per Milannews.it.

CHANCE SPAL – “Nessuna partita del campionato di serie A è scontata e la SPAL non parte di certo sconfitta in partenza, soprattutto in questa realtà calcistica ovattata del post-pandemia. Sì, il Milan è in un buon momento di forma, ma sa bene di non potersi permettere di sottovalutare alcun avversario, anche se sulla carta e a livello di individualità è superiore. La difesa rossonera pare che abbia trovato stabilità dopo l’arrivo di Kjaer nella sessione invernale di calciomercato, la coppia che forma con Romagnoli è affidabile, le punte della SPAL non avranno vita facile però potrebbero sorprenderli in velocità, magari in ripartenza in campo aperto”.

PIOLI, SÌ O NO – “Pioli ha certamente svolto un buon lavoro da quando siede sulla panchina del Milan, è riuscito sia a dare serenità all’ambiente che un’ identità a una squadra ricca di giovani, che al momento del suo arrivo era un po’ smarrita. E la società rossonera infatti lo apprezza molto, come allenatore e come persona, vista la professionalità e la serietà con cui ha lavorato nell’ultimo periodo nonostante fosse parecchio burrascoso, tra il via vai di dirigenti e le voci di suoi possibili sostituti pronti a fargli le scarpe. Tuttavia, molto probabilmente, non sarà lui al timone del Milan nella prossima stagione: Rangnick è l’uomo scelto da Gazidis e dalla proprietà per avviare il nuovo progetto milanista”.

OBIETTIVI – “Il Milan punta deciso all’Europa League, traguardo minimo da tagliare in questa stagione sportiva”.

IBRAHIMOVIC –  “Nella consueta conferenza stampa della vigilia Pioli ha detto di averlo visto bene in allenamento negli ultimi giorni, ma credo che nella migliore delle ipotesi partirà dalla panchina. La formazione in linea di massima dovrebbe essere la stessa scesa in campo contro la Roma domenica pomeriggio”.

PETAGNA –  “È cresciuto molto nell’ultimo anno e mezzo, indiscutibilmente. Ha caratteristiche da attaccante vecchio stampo, che con la sua fisicità fa a spallate con i difensori avversari per poi giocare di sponda, ma si trova a suo agio anche lontano dalla porta, caratteristica che gli permette di aprire spazi ai compagni che si inseriscono arrivando a rimorchio da dietro. Detto ciò, credo che il Napoli lo veda più come un’alternativa alla punta titolare; non è un caso che proprio oggi sia sbarcato in città, accompagnato dagli agenti, Osimhen, attaccante in forza al Lille, probabile stiano iniziando a negoziare un eventuale trasferimento in terra partenopea”.

PROBABILE FORMAZIONE – 4231: Donnarumma; Calabria, Kjaer, Romagnoli, Hernandez; Kessié, Bennacer; Castillejo, Calhanoglu, Bonaventura; Rebic.

Ballottaggi: Kjaer-Gabbia, Castillejo-Saelemaekers.
Indisponibili:  Duarte, Musacchio.

ULTIMI PRECEDENTI (SERIE A):

31/10/19 Milan – SPAL 1-0 (Suso);
25/09/19 SPAL – Milan 2-3 (Calhanoglu, Kessié, Vicari, Fares, Kessié);
29/12/18 Milan – SPAL 2-1 (Petagna, Castillejo, Higuain);
10/02/18 SPAL – Milan 0-4 (Cutrone, Cutrone, Biglia, Borini);
20/09/17 Milan – SPAL 2-0 (rig. Rodriguez, rig. Kessié).



Leaderboard Derby 2019