Se per Monza-SPAL è stato designato Daniele Orsato, un arbitro reduce nientemeno che dalla finale di Champions League (23 agosto, Bayern Monaco-Paris Saint Germain), non è per via del prestigio della partita in relazione al campionato di serie B, né per via del potere rappresentato da Silvio Berlusconi, proprietario del club brianzolo. Si tratta piuttosto di una scelta simbolica compiuta dal responsabile Nicola Rizzoli per suggellare la novità della riunificazione tra Can A e Can B.

La Commissione Arbitri Nazionale era stata sdoppiata nel 2010 a causa della scissione tra Lega A e Lega B, determinando due diversi organici di arbitri e assistenti. Nelle scorse settimane l’AIA (Associazione Italiana Arbitri) è tornata sui suoi passi e questo farà sì che 50 direttori di gara e 88 guardalinee potranno essere designati indistintamente nei due principali campionati italiani.

Orsato non arbitrava in serie B proprio da dieci anni, quando diresse Cesena-Modena 2-1 del 23 maggio 2010. Da allora il fischietto di Schio ha messo insieme 229 partite di serie A e 55 incontri internazionali di Champions ed Europa League.

Con la SPAL il suo bilancio è di 6 incroci, con 3 vittorie biancazzurre, 2 pareggi e una sola sconfitta. Tra i match vincenti ci sono l’1-0 al Genoa dell’ottobre 2017 (gol di Antenucci), l’epica vittoria di Crotone a febbraio 2018 (2-3; Antenucci, Simic e Paloschi) e l’1-0 al Parma dell’agosto 2018 (Antenucci) nella partita giocata al Dall’Ara di Bologna. Per la partita di venerdì a Monza sarà assistito dai guardalinee Della Croce e Moro e dal quarto uomo Gariglio.

In serie B non è contemplato l’uso del VAR, se non per playoff e playout. La sperimentazione che sarebbe dovuta partire nel girone di ritorno 2019/2020 e avrebbe dovuto portare all’introduzione di questa tecnologia nell’attuale stagione è stata compromessa dalla sosta forzata dovuta alla pandemia globale di Sars-Cov2.



Leaderboard Derby 2019
Leaderboard nuovo MyEs