Venerdì 27 novembre non c’è stata solo la conferenza stampa di Walter Mattioli, ma anche il sorteggio relativo a ottavi e quarti di finale di Coppa Italia. Per la SPAL in realtà non c’era granché da sorteggiare, in quanto il club biancazzurro rappresenta una delle due reduci della serie cadetta entrate al secondo turno della competizione. Nel caso della squadra di Marino, come in quello dell’Empoli, non era previsto dal regolamento il diritto a giocare in casa che invece è accordato alle formazioni che hanno chiuso il precedente campionato di serie A nelle posizioni 9-20 della classifica.

Il sorteggio comunque continua a tradire una certa benevolenza della dea bendata nei confronti delle grandi squadre, se si considera che 4 teste di serie su 5 hanno ottenuto il beneficio del turno casalingo negli ottavi di finale. L’unica eccezione è rappresentata dall’Inter che invece di giocare a Milano dovrà scomodarsi per raggiungere Firenze.

Nel suo complesso il programma stilato dalla Lega di serie A per gli ottavi di finale prevede:
* Atalanta-Cagliari
* Lazio-Parma
* Napoli-Empoli
* Roma-Spezia
* Fiorentina-Inter
* Milan-Torino
* Sassuolo-SPAL
* Juventus-Genoa

Resta ancora da stabilire se la partita dei biancazzurri verrà giocata il 13 o il 20 gennaio 2021. Nel primo caso si tratterebbe del primo impegno dopo la breve sosta invernale (Frosinone-SPAL il 4 gennaio) e farebbe da preludio a SPAL-Reggiana di campionato (ip.: 16 gennaio). Nel secondo caso la partita del Mapei Stadium si incastrerebbe tra il confronto con i granata e la trasferta di Cremona (ip.: 23 gennaio).

Nel caso alla SPAL riuscisse d’eliminare i neroverdi allenati da Roberto De Zerbi, se la vedrebbe contro la vincente di Juventus-Genoa. Sempre in base al regolamento, la SPAL giocherebbe fuori casa a prescindere dall’avversaria.



Leaderboard Derby 2019
Grafema