Ripartenza immediata per il Kleb dopo il passo falso di San Severo: la truppa di coach Leka ha battuto a domicilio Rieti dopo una partita intensa e gestita nel miglior modo possibile e che regala alla Top Secret la quarta vittoria in sei partite di campionato, oltre che un piazzamento nei piani nobili della classifica. Il tutto senza Hrvoje Peric, ancora dolorante per la botta al costato subita un paio di settimane fa contro la Stella Azzurra Roma. Il comportamento del croato ha infastidito la società del presidente D’Auria, che con ogni probabilità transerà il contratto in essere fino al 17 gennaio. L’ala ex Reyer Venezia e Trieste è stata infatti sottoposta ad una risonanza magnetica la quale non ha riscontrato nulla di grave. Peric avrebbe chiesto tempo per recuperare dall’infortunio, richiesta non accordata dal Kleb che così affronterà almeno le prossime due gare senza uno straniero, in attesa del rientro di Pacher che dovrebbe tornare disponibile intorno alla prima metà di gennaio.

[la classifica del girone rosso di A2]
Il match con Rieti ha visto compiere alla Top Secret un passo in avanti in più rispetto alle precedenti partite: l’ormai consueto calo che si registrava nei secondi tempi è stato ammortizzato da un ottimo approccio alla ripresa che ha spinto Ferrara ad una vittoria abbastanza agevole, nonostante qualche rischio di troppo nel finale. E’ stata la Top Secret del collettivo, che ha portato in doppia cifra ben cinque giocatori: da segnalare il bel primo tempo di Dellosto, entrato sul parquet con la faccia giusta e autore alla sirena di 10 punti. Se darà continuità alle sue prestazioni, diventerà un elemento importante nelle rotazioni di coach Leka in sostituzione di ‘TatuEbeling, che nel frattempo è stato operato al ginocchio dopo l’infortunio al legamento crociato che lo terrà lontano dal campo per almeno 6 mesi. Ottime risposte anche da Kenny Hasbrouck, che sembra finalmente aver trovato un po’ di ritmo in attacco, mentre continua ad essere essenziale per questa squadra il contributo ‘sporco’ di Zampini, oltre alla regia di Vencato, sempre lucido nel gestire i momenti clou delle partite.

Un Kleb che dovrà gioco forza affidarsi al suo rodato nucleo di italiani in attesa del recupero di Pacher, ma Ferrara ha già ampiamente dimostrato di saper vincere anche senza il roster al completo: in tal senso molto probante sarà il derby di domenica pomeriggio contro Ravenna (MF Palace, ore 18), altra formazione costruita per stare ai piani alti della classifica e guadagnarsi un piazzamento nella post season.

TOP SECRET FERRARA – KIENERGIA RIETI 84 – 75 (20-17; 44-35; 64-54):

FERRARA: Pacher ne, Vencato 11, Petrolati ne, Fantoni (k) 5, Dellosto 10, Baldassarre 13, Ugolini 2, Ricci ne, Zampini 7, Panni 15, Hasbrouck 17, Filoni 4. All. Leka.

RIETI: Tommasini ne, Stefanelli (k) 13, Fumagalli 8, Sanguinetti 5, Fruscoloni ne, De Laurentiis 14, Ponziani, Taylor 21, Pepper 14, Frizzarin ne, Vujanac ne. All. Rossi.

 



Leaderboard Derby 2019
Grafema