Qualche calo di tensione nella ripresa, ma nel complesso SPAL-Reggiana 2-0 è stata una partita gestita con maturità e pragmatismo. Proprio come voleva Pasquale Marino, che intervistato nel post partita non nasconde la soddisfazione per la vittoria nel derby e i passi avanti messi in mostra dalla sua squadra.

Speravamo di chiuderla un po’ prima, perché poi chiaramente subentra un po’ d’ansia quando sei con solo un gol di vantaggio. Nella ripresa abbiamo perso qualche pallone di troppo. Ma per il resto oggi abbiamo fatto una prestazione importante, concedendo pochissimo ai nostri avversari e gestendo benissimo tutti i novanta minuti. Prima di sbloccarla abbiamo avuto tantissime palle gol, forse è mancato un po’ di cinismo, ma i ragazzi hanno giocato in maniera giudiziosa. Hanno messo in campo grande carattere e sono contento“.

Gli esterni? Dicevamo in conferenza che quella posizione richiede un dispendio d’energie enorme, per cui in certi momenti mettere forze fresche in campo, come ho fatto anche oggi, può dare un beneficio importante alla squadra. Così è stato a Frosinone e anche oggi. Ho pensato di inserire dopo un’ora di gioco Dickmann e D’Alessandro proprio perché potevano far rifiatare chi era in campo mantenendo comunque elevata la pericolosità offensiva. Gli avversari pressavano tanto e per liberarci dei due attaccanti abbiamo cercato la superiorità numerica con la spinta dei due difensori laterali, Tomovic e Ranieri. Questa mossa ha dato i suoi frutti perché siamo arrivati tante volte negli ultimi metri: sono soddisfatto di come è stata portata avanti la palla e siamo stati bravi a muoverci da un lato all’altro con i cambi di gioco“.

Per Valoti il ruolo è abbastanza indifferente, i compiti sono simili, sia  che giochi a centrocampo sia che lo faccia più avanti. L’importante è che resti nel vivo del gioco, che sfrutti gli inserimenti e continui ad essere determinante sulle palle inattive. Siamo partiti bene nel nuovo anno, abbiamo respirato un po’ dopo il tour de force che c’è stato nel mese di dicembre e siamo ripartiti con la voglia giusta. Se interpretiamo le partite come abbiamo fatto col Sassuolo e come abbiamo fatto anche oggi penso che la strada sia quella giusta. Viviamo alla giornata: ora ci concentriamo sulla partita di Cremona. Quando mettiamo l’attenzione e la compattezza che abbiamo messo oggi, seppur con qualche calo di tensione, abbiamo visto che gli avversari fanno fatica. Chiaro, c’è sempre qualcosa da migliorare, ma oggi credo che la SPAL abbia fatto una grande partita“.

Sul mercato non c’è molto da dire. Per ora vado avanti con gli uomini a disposizione, chi si occupa di queste cose sa che ci sono state alcune partenze e penso che qualcosa in entrata si farà. Penso ad allenare chi ho in organico e sono contento che tutti i presenti vogliono essere protagonisti“.



Leaderboard Derby 2019
Grafema