La SPAL arriva all’appuntamento casalingo con la Reggina – calcio d’inizio al Paolo Mazza fissato per le 14.00 – con un rendimento da zona rossa della classifica, mentre i calabresi, come ci racconta il collega Vincenzo Ielacqua di Reggionelpallone.it  nella consueta intervista della vigilia, stanno volando grazie al cambio in panchina e arrivano a Ferrara forti di una striscia di sei risultati utili consecutivi.

BARONI: LA SVOLTA – “La Reggina in questo particolare momento della stagione sembra aver trovato concretezza, maturità e disciplina a livello tattico. L’avvento di mister Baroni, senza alcun dubbio, ha consentito alla formazione amaranto di ritrovarsi sotto l’aspetto mentale ma c’è stata anche una trasformazione in campo. La squadra infatti è passata alla difesa a quattro (e nel girone di ritorno è quella che ha subito di meno), e in fase offensiva riesce a produrre di più, portando numerosi giocatori a riempire l’area avversaria per essere pericolosa. Inoltre, non bisogna dimenticare l’ottimo lavoro svolto in sede di mercato invernale dalla società: sono arrivati calciatori di personalità e qualità che hanno alzato il livello tecnico della rosa”.

IL MERCATO DI RIPARAZIONE – “Quella invernale è stata una campagna acquisti mirata, lucida. Sono arrivati i calciatori congeniali al 4231 di Baroni, tanti esterni offensivi, ma soprattutto come dicevo prima calciatori di qualità e personalità (mi riferisco a Nicolas, Edera, Montalto e Crimi) che hanno alzato il tasso tecnico della squadra consentendo a Baroni di avere le giuste alternative per poter mettere in pratica il suo credo calcistico. Il lavoro svolto dal direttore sportivo Taibi, al momento, sembra essere stato davvero importante”.

L’OBIETTIVO STAGIONALE – “È vero che il campionato di serie B è lungo, strano e complesso, ma credo che l’obiettivo della Reggina per questa stagione sia solo quello di conservare la categoria senza ansie. Ad essere onesti, la formazione amaranto nel girone di ritorno è stata tra le più sfortunate del torneo: tra infortuni a ripetizione e gare perse immeritatamente alla Reggina mancano almeno 5 punti, somma che le avrebbe consentito di pensare ad altro. Ad oggi, però, credo che la squadra guardi solo alla salvezza”.

LA SPAL – “Vista la caratura dei biancazzurri, la Reggina deve affrontare l’impegno di Ferrara con la giusta determinazione, ha fatto bene mister  Baroni a sottolinearlo nella conferenza stampa prepartita. Marino può contare su un organico nel quale ci sono elementi di categoria superiore, la SPAL è una squadra che trova il gol con facilità, alla lunga si giocherà un posto per la promozione. In un campionato come quello di serie B un periodo negativo può essere messo in conto: rallentano tutte, anche le battistrada”.

PROBABILE FORMAZIONE – 4231: Nicolas, Lakicevic, Cionek, Stavropoulos, Liotti; Crimi, Crisetig; Edera, Folorunsho, Menez (Rivas); Montalto

Indisponibili: Di Chiara, Situm, Kingsley, Faty, Petrelli, Rossi.

MERCATO DI RIPARAZIONE:

  • ENTRATE – Micovschi (c, Genoa, prestito), Nicolas (p, Udinese, definitivo), Lakicevic (d, svincolato), Dalle Mura (d, Fiorentina, prestito), Montalto (a, Bari, definitivo), Crimi (c, Virtus Entella, definitivo), Edera (a, Torino, prestito), Petrelli (a, Genoa, prestito), Chierico (c, Genoa, prestito), Okwonkwo (a, Bologna, prestito), Kingsley (c, Bologna, prestito);
  • USCITE – Peli (c, Atalanta, fp), Lafferty (a, svincolato), Rolando (d, Bari, prestito), De Rose (c, Palermo, definitivo), Marcucci (c, Virtus Entella, prestito), Mastour (c, Carpi, prestito), Charpentier (a, Genoa, fine prestito).


Leaderboard Derby 2019
Leaderboard Isola