Senza poterlo sapere, Caleb Okoli ha fatto coincidere il suo numero di maglia con un traguardo statistico non così importante, ma quantomeno interessante. Il numero 20 della SPAL è stato infatti il ventesimo difensore a segnare almeno un gol con la maglia biancazzurra dall’insediamento dell’attuale gestione (luglio 2013). Non male se poi si considera che per il difensore di proprietà dell’Atalanta si è trattato anche del primo centro da professionista.

Allora approfittiamone per fare un salto indietro nel tempo e rispolverare i ricordi che hanno preceduto la zuccata di Okoli al “Via del Mare”.

Il primo della serie
Se in un match di Coppa Italia di fine agosto 2013 Max Varricchio ha segnato il primo gol della presidenza Mattioli (SPAL-Bellaria 2-0), il primo difensore della gestione a trovare una marcatura in partite ufficiali è stato Niccolò Rosseti. Il suo gol al 92′ minuto di SPAL-Cuneo 3-2 del 10 novembre 2013 valse tre punti per la squadra di Gadda utili per riscattare la sconfitta col Rimini e dare lo slancio per un filotto di sette risultati utili consecutivi. Il giocatore appoggiò nella porta al tempo sotto il parcheggio che sorgeva al posto della Est un cross dalla sinistra di Cozzolino, rimpallato in area da difensore e portiere come se fosse destino che finisse sul suo piede destro lì in agguato.

Piccola curiosità: quel giorno sulla panchina dei piemontesi sedeva Andrea Sottil, l’uomo che guiderà proprio l’Ascoli avversario della SPAL nel prossimo turno di campionato. Arbitro dell’incontro era invece Rosario Abisso, altra conoscenza decisamente familiare. Quella stagione di Seconda Divisione, chiusa con la promozione in Lega Pro, fu anche quella in cu i difensori biancazzurri si fecero valere di più, almeno in termini realizzativi. Oltre a Rosseti segnarono anche Silvestri, Fantoni, Giani, Buscaroli e Lebran, per un totale di undici centri. L’anno peggiore per i difensori biancazzurri è stato invece il 2019-2020, con soli due goal messi a referto dalla retroguardia estense (con Cionek e Igor).

I goleador
Il bomber dei difensori spallini resta l’ex capitano Nicolas Giani, con otto centri in quattro stagioni. Ineguagliato il poker messo a segno nella stagione 2016-2017 (Entella, Frosinone, Novara, Cittadella) a cui si è avvicinato solo Felipe nella stagione 2018-2019, con tre reti. A sei segue invece Kevin Bonifazi, che ha segnato tre gol nella serie B 2016-2017, due nella Serie A 2018-2019 e uno nel 2019-2020, proprio nel match contro il Sassuolo costato l’esonero a mister Semplici.

Serie B 2016-2017
Alcuni gol segnati da difensori sono rimasti impressi in maniera indelebile nella mente dei tifosi. Ad esempio è impossibile dimenticarsi di quello di Michele Cremonesi all’ultimo secondo contro il Cesena. Ma i tifosi più affezionati ricorderanno senza dubbio le reti di Bonifazi a Latina e di Giani in casa col Cittadella. Due gol che portarono a sei punti nel finale di stagione e che incisero pesantemente nella promozione in massima serie. Un altro gol decisivo l’avrebbe potuto fare Vicari (a segno contro il Benevento in quel campionato), ma quel suo tiro al Bentegodi contro l’Hellas andò a sbattere sulla traversa distante un metro da lui. Episodio su cui è tornato a scherzare anche Ubaldo Pantani in una recente diretta dello Spallino.

Serie A
Se battezziamo Lazzari come esterno di centrocampo, in serie A il primo difensore a segnare è stato Lorenco Simic. Un gol che è arrivato tardi (25 febbraio), ma che è risultato pesante visto che quel 3-2 corsaro a Crotone appoggiò un mattone pesante sulla prima storica salvezza. Inoltre, dal momento che il marsigliese Johad Ferretti ha scelto per la cittadinanza italiana, quello del croato resta anche il primo gol segnato da un difensore straniero, anticipando di circa un mese il centro di Cionek contro l’Atalanta al Paolo Mazza.
E se a Verona si era fermato sulla traversa, a Frosinone non ha invece sbagliato Francesco Vicari, nella partita decisiva per la salvezza allo Stirpe nella stagione 2018-2019. Due settimane dopo ne ha segnato un altro indimenticabile Kevin Bonifazi contro la Juventus valso, grazie al contributo di Sergio Floccari, una storica vittoria contro i campioni d’Italia. Nel match che ha sancito la salvezza aritmetica contro il Chievo è poi arrivata anche la prima doppietta per un difensore, marchiata Felipe.

Quest’anno ad essere andati a segno dalle retrovie sono solo in tre (Okoli, Salamon e Tomovic) e né il polacco né il serbo avevano segnato nelle precedenti stagioni biancazzurre. A secco ci sono ancora Dickmann, Ranieri, Sala e Sernicola. Allungare un po’ la lista in vista dei playoff non sarebbe una cattiva idea.

I difensori con almeno un gol in partite ufficiali durante la gestione Colombarini
1- Nicolas Giani 8 (2 nel 2013-2014; 1 nel 2014-2015; 1 nel 2015-2016; 4 nel 2016-2017)
2- Kevin Bonifazi 6 (3 nel 2016-2017; 2 nel 2018-2019; 1 nel 2019-2020)
3- Felipe 4 (1 nel 2017-2018; 3 nel 2018-2019)
4- Daniele Gasparetto 4 (2 nel 2014-2015; 2 nel 2015-2016)
5- Francesco Vicari 4 (1 nel 2016-2017; 1 nel 2017-2018; 2 nel 2018-2019)
6- Marcello Cottafava 3 (2 nel 2014-2015; 1 nel 2015-2016)
7- Tommaso Silvestri 3 (2013-2014)
8- Fabio Buscaroli 2 (2013-2014)
9- Thiago Cionek 2 (1 nel 2017-2018; 1 nel 2019-2020)
10- Michele Cremonesi 2 (2016-2017)
11- Simone Fantoni 2 (2013-2014)
12- Bartosz Salamon 2 (2020-2021)
13- Filippo Costa 1 (2016-2017)
14- Johad Ferretti 1 (2014-2015)
15- Igor 1 (2019-2020)
16- Fabio Lebran 1 (2013-2014)
17- Caleb Okoli 1 (2020-2021)
18- Niccolò Rosseti 1 (2013-2014)
19- Lorenco Simic 1 (2017-2018)
20- Nenad Tomovic 1 (2020-2021)

 

foto: ufficio stampa SPAL



Leaderboard Derby 2019
Grafema