Giorgio Zamuner, direttore sportivo della SPAL, è stato intervistato da Rai Sport nell’intervallo del match casalingo contro l’Ascoli.

Con Rastelli sono arrivati due successi e due pareggi. Cosa è cambiato col nuovo allenatore?
“È cambiato un lo spirito, prima ci eravamo un po’ arenati e, onestamente, senza un motivo in particolare. Il mister è stato bravo, ha toccato le corde giuste e sono arrivati i risultati. Dopotutto i risultati aiutano a lavorare bene e adesso c’è grande entusiasmo”.

Cos’è successo a Valoti?
“La dottoressa al momento ci ha confermato che ha subito un colpo. Speriamo non sia niente”.

Cosa ne pensa del campionato e della situazione del Pescara? Quale potrebbe essere la soluzione?
“Credo si debba trovare la soluzione più giusta per dare regolarità al campionato”.

Sembra che si possa andare verso uno slittamento soltanto delle ultime due giornate per recuperare le partite del Pescara prima degli ultimi due turni, in modo da garantire la contemporaneità. È d’accordo?
“Sì, stamattina ho assistito, al fianco del presidente, alle proposte che sono state fatte in consiglio direttivo e direi che l’unica soluzione praticabile è quella. Chiaro che il Pescara avrà un sacco di partite in pochi giorni, però purtroppo sono stati colpiti dal Covid. L’Asl li ha comunque fermati fino al 26 aprile, quindi non vedo altre soluzioni anche perché se dobbiamo finire entro il 27 di maggio non ci sono possono essere altre date”.

Quanto crede in una promozione diretta?
“La promozione diretta è difficile perché ci sono molte squadre davanti a noi e con molti punti di distacco. Però, chiaramente, finché la matematica non ci condanna una piccola speranza ce la teniamo”.



Leaderboard Derby 2019
Grafema