Prossima destinazione: Reggio Calabria. Lì la SPAL è attesa dalla Reggina per la sfida della quarta giornata di campionato. Un confronto tra due squadre ambiziose e in salute. Per sapere come va in casa amaranto abbiamo interpellato Vincenzo Ielacqua di Reggionelpallone.it.

PARTENZA – “L’avvio di campionato della Reggina è stato molto simile a quello dell’anno scorso visto i cinque punti conquistati in tre partite. Il pari alla prima giornata contro la corazzata Monza è un buonissimo risultato, al Granillo, su un terreno di gioco non in ottimali condizioni, sono stati i padroni di casa a collezionare il maggior numero di palle gol. Poi è arrivato il successo interno ai danni della Ternana, vittoria gagliarda perché la squadra è stata in grado di rimontare lo svantaggio iniziale. Infine, un altro punto nel derby con il Crotone, durante il quale si è vista per la prima la mano del nuovo allenatore Aglietti: ho visto una Reggina molto solida e con gli ingranaggi ben più oliati”.

AGLIETTI – “Innanzitutto ha cambiato il modulo: adesso la Reggina è schierata con un 4-4-2, in cui gli esterni di centrocampo hanno facoltà di stare alti, spingere e accentrarsi per lasciare la fascia libera alla sovrapposizione dei terzini che hanno il compito di provare ad arrivare sul fondo e crossare in mezzo. Gli attaccanti devono stare vicini e dialogare tra loro, senza svariare troppo sul fronte offensivo”.

IL CALCIOMERCATO – “La campagna acquisti credo che sia stata svolta in maniera molto intelligente e oculata: Taibi ha confermato in gran parte la rosa dell’anno scorso, eccezion fatta per Folorunsho, tornato al Napoli una volta scaduto il prestito. Poi è riuscito a portare alla corte di Aglietti tutti giocatori funzionali al suo modo di intendere il calcio. Due su tutti: Laribi e Regini già allenati in passato dal tecnico. Hetemaj è una certezza e la mediana che forma con Crisetig una garanzia di affidabilità. Galabinov la ciliegina sulla torta, è un profilo di spicco per la serie cadetta viste le medie realizzative con cui viaggia in serie B”.

OBIETTIVI – “Non ce ne sono di conclamati, né dalla parte della società né da quella del tecnico. Chiaro però che con un organico del genere bisogna puntare a fare meglio della passata stagione: almeno entrare nei playoff”.

LA SPAL – “Considerato come faceva giocare il Brescia, se Clotet non rinuncia alla sua idea di calcio mi aspetto una SPAL volta all’attacco, insomma a trazione offensiva. Sabato credo che vedremo una partita avvincente, con entrambe le squadre che non si tireranno indietro e proveranno a portare a casa l’intera posta in palio”.

PROBABILE FORMAZIONE (442): Micai; Lakicevic, Cionek, Stavropoulos, Di Chiara; Bellomo, Crisetig, Hetemaj, Ricci; Montalto, Galabinov.

Indisponibili: Menez.
In dubbio: Denis, Adjapong.
Squalificati: nessuno.

I movimenti di mercato:

  • Acquisti: Gavioli (Cen, Inter), Regini (Dif, Sampdoria), Micai (Por, Salernitana) Ricci (Cen, Sassuolo), Franco (Dif, Lazio), Turati (Por, Sassuolo), Laribi (Cen, Hellas Verona), Hetemaj (Cen, Benevento), Adjapong (Dif, Sassuolo), Tumminello (Att, Atalanta), Galabinov (Att, Spezia), Amione (Dif, Hellas Verona), Cortinovis (Att, Atalanta).
  • Cessioni: Marchi (Dif, Piacenza), Paolucci (Cen, Sainte Gilloise), Gasparetto (Dif, Legnago), Guarna (Por, Ascoli), Vasic (Att, Vasalunds), Mastour (Cen, svincolato), Rolando (Dif, Catanzaro), Situm (Cen, Cosenza).

I precedenti:

  • 7/02/2021: SPAL – Reggina 1-4 (Rivas, Montalto, Rivas, S. Esposito, Folorunsho).
  • 01/11/2020: Reggina – SPAL 0-1 (Castro)

 

foto: ufficio stampa Reggina 1914



Dimedia – leaderboard
Dinamica Media – leaderboard
MEIS – leaderboard
Elite Division – leaderboard
CFI – leaderboard