Il pareggio raggiunto in extremis contro il Parma vale solo un punto in classifica, ma nel morale dei ragazzi di Pep Clotet ha lo stesso sapore di una vittoria, perché arrivata grazie allo spirito di sacrificio e alla giusta determinazione. Questo il succo delle dichiarazioni di Elio Capradossi, intervistato ai margini della sfida del Paolo Mazza:

“È stata una partita molto emozionante. Siamo riusciti a riprenderla con grande voglia ed entusiasmo e penso che la squadra abbia dimostrato d’essere viva. Questo perché anche nei momenti di difficoltà abbiamo recuperato un risultato che sembrava irraggiungibile. Abbiamo rimontato con merito ed è inutile dire che siamo molto contenti per la prestazione. Al di là della rimonta abbiamo sicuramente incontrato delle grosse difficoltà: l’avversario era forte, ci sono stati degli episodi che hanno sorriso a loro e da parte nostra, inizialmente, non abbiamo avuto la forza di reagire subito. Non era assolutamente facile, anzi sembrava quasi impossibile rimontare un risultato del genere a dieci minuti dalla fine. Tuttavia siamo riusciti a riequilibrare il risultato perché abbiamo un grande gruppo e un grande carattere”.

“Il pareggio di oggi è sicuramente un risultato che dà fiducia. Abbiamo incontrato una delle squadre più forti del campionato e oltre al pareggio abbiamo dimostrato di saper far fronte ai problemi. La sensazione che ho è che questo gruppo abbia molti margini di miglioramento. Ci sono tanti giovani e c’è tanta voglia di stupire. Volevo segnare anche io a Buffon? Beh sì, ci ho provato, ma è meglio che ci provino i miei compagni in attacco. Forse a loro riesce meglio (ride, ndr). Ora con la sosta per le nazionali abbiamo due settimane dove possiamo continuare a migliorare e amalgamare tutto il gruppo. Per tanti, me compreso, l’arrivo a Ferrara è coinciso praticamente con l’inizio del campionato. La pausa ci sarà utile per ripartire alla grande”.

 

[foto: F. Rubin]