Tre settimane sono state sufficienti a Pep Clotet e all’area tecnica della SPAL per decidere di offrire un contratto di otto mesi a Giuseppe Rossi (1987), l’ex centravanti di Villarreal e Fiorentina tra le altre. Il club non ha ancora dato l’annuncio ufficiale in quanto sono ancora ancora in corso alcuni passaggi burocratici, ma la notizia è stata completamente confermata anche dall’allenatore, che potrebbe addirittura scegliere di convocare Rossi per la partita contro l’Alessandria in programma sabato 20 novembre.

Giuseppe si è allenato bene nell’ultima settimana – ha detto Clotet – e ha dimostrato un buon atteggiamento nel proposito di mettersi allo stesso ritmo della squadra. Non era scontato per un giocatore nuovo. La sua esperienza da questo punto di vista lo sta aiutando e credo che noi possiamo aiutare lui a trovare la migliore condizione. Nei giorni scorsi ha fatto passi in avanti e poco a poco si sta ritrovando fisicamente. È ancora lontano dalla migliore condizione, ma ora è uno di noi e verrà valutato periodicamente come tutti gli altri“.

Clotet tuttavia non ha voluto sbilanciarsi più di tanto sui tempi del debutto del giocatore: “Per me il concetto di cinque o dieci minuti simbolici non esiste. L’obiettivo della squadra è vincere e se dovessi ritenere che Giuseppe possa aiutarci a farlo allora verrà inserito per dare tutto e provare a ottenere il risultato. Come allenatore però non regalo minuti simbolici a nessuno e credo che lui la pensi come me“.

In via Copparo l’argomento viene trattato con la dovuta cautela, ma sembra che Rossi sia riuscito a far diradare la comprensibile dose di scetticismo che riguardava le sue condizioni fisiche. Stando alle chiacchiere di corridoio al giocatore servirebbe almeno un altro mese di allenamento per raggiungere una forma adeguata per renderlo un potenziale titolare della squadra. La strategia, allo stato attuale, sembra voler essere quella di un inserimento graduale fatto di spezzoni di partita, in modo da permettere all’ex centravanti azzurro di acquisire ritmo e magari rendersi utile sia nella finalizzazione, sia in fase di rifinitura.

Dovesse essere convocato per SPAL-Alessandria, Rossi tornerebbe su una distinta di gioco di un campionato italiano per la prima volta dal 20 maggio 2018, giorno nel quale scese in campo per 31 minuti in Genoa-Torino 1-2 di serie A.

 

[foto: Filippo Rubin]

Lascia un commento