[foto Rubin]

Il giudice sportivo ha punito con severità Federico Viviani per le proteste rivolte all’arbitro Marcenaro di Genova nel finale di SPAL-Alessandria. Il centrocampista è stato squalificato per due giornate e quindi salterà le sfide contro Cosenza (27 novembre) e Lecce (30 novembre). La motivazione ufficiale, inclusa nel comunicato del 23 novembre, è la seguente:

“per avere, al 43° del secondo tempo, rivolto per due volte al Direttore di gara un’espressione irriguardosa”

L’espressione irriguardosa in questione è stata pronunciata nell’ambito delle contestazioni rivolte a Marcenaro per il mancato rigore assegnato a Melchiorri all’86’ dopo il contatto in area con Mustacchio. Dai filmati disponibili si intuisce come Viviani, in preda alla rabbia, abbia più volte detto “sei scarso” al signor Marcenaro.

La società attende di esaminare la documentazione relativa alla squalifica per decidere se effettuare o meno un ricorso.

Nel frattempo Pep Clotet dovrà trovare soluzioni alternative per il reparto mediano. Con tutta probabilità toccherà a Esposito posizionarsi davanti alla difesa, con uno tra Crociata e Da Riva a giocarsi la maglia da titolare nel ruolo di mezzala destra, sempre che il tecnico catalano intenda proseguire sulla strada del 4312.

Al netto della squalifica di Viviani la situazione disciplinare della SPAL è la seguente:
4 ammonizioni (diffida) Colombo
3 ammonizioni Tripaldelli, Crociata
2 ammonizioni Seck, Dickmann, Latte Lath, Mora
1 ammonizione Ellertsson, Da Riva, Vicari, Capradossi, Celia, Esposito, Coccolo, Mancosu, Piscopo, Viviani*

* = già scontato un turno di squalifica per somma di ammonizioni 

Lascia un commento