leaderboard myes

Il tempo inizia a stringere. La sessione invernale 2022 del calciomercato si chiuderà alle ore 20 di lunedì 31 gennaio e chi intende rafforzarsi dovrà accelerare le operazioni. La SPAL si è mossa abbastanza tempestivamente mettendo sotto contratto Meccariello, Finotto, Almici e Pabai e confida di poter completare come minimo un’altra acquisizione prima della scadenza.

Nel frattempo tutti gli altri che hanno combinato? Ecco una rapida carrellata sulle squadre che occupano le posizioni di classifica dalla numero 11 alla numero 20 in serie B.

Como (attualmente 11° in classifica, +4 sulla SPAL)
allenatore: Giacomo Gattuso

* Acquisti principali: Blanco (att, 1998, Valencia, definitivo), Ciciretti (att, 1993, Pordenone, definitivo).
* Cessioni principali: Toninelli (dif, 1992, Pro Sesto, definitivo); Dkidak (dif, 2000, risoluzione); Walker (att, 1999, risoluzione).

Il Como aveva come obiettivo di prendere un esterno offensivo per sostituire l’infortunato Chajia (tendine rotuleo, stagione finita) e alla corte di Gattuso sono arrivati sia un usato garantito per la serie B come Ciciretti (1993, dal Pordenone) che una scommessa spagnola, ovvero l’ala sinistra del Valencia Alex Blanco (1998). Per il resto non ci sono obiettivi dichiarati: i lombardi negli ultimi sette giorni resteranno con le orecchie tese per eventuali occasioni di mercato. Sul fronte uscite è stato svincolato l’inglese Lewis Walker (1999), che ha trovato una nuova sistemazione a Carpi, mentre si sta cercando una nuova casacca anche per Zito Luvumbo (2002), attaccante di proprietà del Cagliari che ha trovato pochissimo spazio nei primi sei mesi. Il centrocampista H’Maidat avrebbe interessamenti in serie C, la situazione verrà valutata.

Ternana (attualmente 12^ in classifica, +2 sulla SPAL)
allenatore: Cristiano Lucarelli

* Acquisti principali: nessuno
* Cessioni principali: Nesta (att, 2000, Lecco, definitivo)

In casa Ternana continua a non muoversi una foglia. Si tiene d’occhio il mercato per un eventuale inserimento di un centrocampista e nella rosa dei nomi oltre a quelli di Bartolomei (1989, Cremonese) e Di Tacchio (1990, Salernitana) è finito pure quello di Viviani (1992, SPAL) che però non dovrebbe Ferrara. Potrebbe essere fatto un investimento sul giovane mediano Amadou Diambo (2001, Pescara). Nel frattempo l’unica operazione del ds Luca Leone è stata l’uscita del difensore Gian Marco Nesta (2000), ceduto a titolo definitivo al Lecco.N el corso della prima parte di campionato il giocatore non era mai sceso in campo. Oltre a lui potrebbe partire anche Federico Furlan (1990).

Parma (13^ in classifica, +1 sulla SPAL, ma con una gara da recuperare)
Allenatore: Giuseppe Iachini (dal 23/11/2022)

* Acquisti principali: Rispoli (dif/est, 1988, svincolato), Costa (dif/est, 1995, prestito), Bernabé Garcia (cen, 2001, Manchester City), Cassata (cen, 1997, Genoa, prestito), Komlosi (dif, 2005, Diosgyor)
* Cessioni principali: Da Cruz (att, 1997, Vicenza, prestito), Busi (dif, 1999, Stade Reims, prestito), Iacoponi (att, 2002, prestito), Sepe (por, 1991, Salernitana)

Il Parma non decolla. La vittoria contro l’Alessandria avrebbe dovuto sbloccare i ducali, che invece nell’ultimo turno sono caduti al Tardini per mano del Frosinone. Il recupero casalingo col Crotone (domenica 30) diventa un’occasione da non perdere per Iachini e i suoi uomini. L’obiettivo principale resta il centravanti della Salernitana Simy (1992) anche perché l’uomo di punta del mercato estivo Gennaro Tutino è diventato un mistero. L’attaccante ormai rappresenta un caso dopo le due panchine consecutive contro l’Alessandria e il Frosinone. A bloccare parzialmente il mercato dei gialloblù ci sono anche le difficoltà nel collocare giocatori finiti ai margini come Iacoponi, Laurini, Sprocati e Siligardi. Senza le loro cessioni non è detto che arrivino altri rinforzi per tentare una complessa rincorsa alla zona playoff, a meno di ulteriori investimenti da parte del presidente Krause.

Reggina (14^ in classifica, +1 sulla SPAL)
Allenatore: Roberto Stellone (dal 24/01/2022)

*Acquisti principali: Giraudo (dif/est, 1998, Vis Pesaro, prestito), Aya (dif, 1990, svincolato)
*Cessioni principali: Liotti (dif/est, 1994, Cosenza, prestito), Farroni (por, 1997, Vis Pesaro, prestito), Vasic (cen, 1991, svincolato), Gavioli (cen, 2000, Renate, prestito)

Gli amaranto non se la passano bene e sembrano in balia di una crisi tecnica che riguarda non solo la squadra, ma anche le scelte a livello societario. Domenico Toscano è stato richiamato dopo un anno a sostituire Aglietti ed è stato sollevato dopo poco più di un mese con un rendimento di un punto raccolto in tre partite. Il pareggio con il Como è stato seguito dalle sconfitte con Brescia e Monza. Non proprio le ultime arrivate, ma in società hanno pensato di cambiare nuovamente la guida tecnica affidando la panchina a Roberto Stellone. Il tecnico è in cerca di riscatto le recenti esperienze non proprio esaltanti. Nell’ultima stagione era alla guida dell’Arezzo poi retrocesso in D. Dopo l’arrivo di Giraudo, arriva a rinforzare la retroguardia amaranto l’esperto difensore Ramzi Aya che aveva rescisso consensualmente il contratto con la Salernitana perché ormai fuori dal progetto. Quasi certo l’arrivo di Folorunsho dal Napoli (1998) dopo sei mesi deludenti a Pordenone. Dai ramarri potrebbe essere prelevato anche l’esterno d’attacco Kupisz (1990) e per la linea mediana la Roma potrebbe prestare Salvatore Pezzella (2000), finora al Siena in serie C. Il ds Taibi ha definito “non semplice” la trattativa col Lanùs per per l’esterno offensivo argentino Orozco (2002). In avanti potrebbe arrivare lo svincolato Alejandro Rodriguez (1991), ex Chievo per sostituire il probabile partente Tumminello. In uscita dopo i prestiti di Liotti e Farroni, tengono banco i destini di Faty e Menez. Entrambi sembravano ormai fuori dal progetto, ma in assenza di offerte e accordi di risoluzione, potrebbero rientrare a far parte dell’elenco degli uomini a disposizione di Stellone. In lista di partenza anche Laribi, Regini e Aimone, mentre Federico Ricci potrebbe tornare a Crotone in prestito e riscattare una stagione fin qui fatta di molte ombre. Il centrocampista Gavioli passa al Renate in prestito.

Alessandria (attualmente 16° in classifica, -2 dalla SPAL, ma con una gara da recuperare)
Allenatore: Moreno Longo

* Acquisti principali: Coccolo (dif, 1998, Juventus, prestito), M. Gori (cen, 1993, Frosinone, prestito)
* Cessioni principali: Cosenza (dif, 1986, Piacenza, definitivo), Celesia (dif, 2002, Torino, fine prestito), A. Russo (por, 2001, Sassuolo, fine prestito), Arrighini (att, 1990, Reggiana).

Il successo sul quotato Benevento ha rilanciato in maniera convincente l’Alessandria nella lotta per la salvezza e ora i Grigi puntano al doppio colpo nel recupero: tagliare fuori in maniera definitiva il Vicenza e lasciare alla SPAL il proprio posto in zona playout. Nonostante l’acquisto di Mirko Gori dal Frosinone, prestito con diritto di riscatto, la società pensa ad un nuovo innesto che possa rinforzare ulteriormente il centrocampo: il ds Fabio Artico tiene d’occhio anche Cavion (1994, Brescia) che peraltro è anche nella lista di Zamuner. Difficile l’acquisto di Schiavone (1993) dalla Salernitana ma la sensazione è che i piemontesi un tentativo per accaparrarselo lo faranno ugualmente. Arrighini (1990) è sceso di categoria per vestire la maglia della Reggiana, mentre Bruccini, 36 anni compiuti lo scorso 18 gennaio, è stato richiesto ufficialmente in C da Imolese e Potenza. Salutano il portiere Russo, proprietà Sassuolo, e il difensore Celesia che il Torino ha richiamato alla base per poi girarlo nuovamente in prestito alla Paganese. Nelle ultime ore è stato effettuato un sondaggio per Oddei (2002) in sostituzione dell’infortunato Orlando, operatosi la scorsa settimana dopo la rottura del legamento crociato. Per l’esterno ora a Crotone ma di proprietà del Sassuolo c’è da battere la concorrenza dell’Ascoli. Restano sul mercato, in attesa di offerte, i centrali difensivi Sini e Bellodi.

Cosenza (attualmente 17° in classifica, -6 dalla SPAL, ma con una partita da recuperare)
Allenatore: Roberto Occhiuzzi (dal 7/12/2021)

* Acquisti principali: Liotti (dif/est, 1994, Reggina, prestito), Hristov (dif, 1999, Slavia Sofia, definitivo), Sarri (por, 1999, Juve Stabia, prestito)
* Cessioni principali: Del Favero (por, 1998, Juventus U23, fine prestito), Minelli (dif, 1999, Juventus U23, fine prestito), Saracco (por, 1994, Fidelis Andria, definitivo)

La sconfitta contro l’Ascoli per 3-1 ha evidenziato ancora una volta la necessità di intervenire quanto prima sul mercato. Il direttore sportivo Goretti sembra essere orientato su un’infornata di calciatori stranieri. In attacco si guarda al centravanti colombiano Ceter (1997) del Cagliari. Attenzione anche alla suggestione Larrivey (1984), rimasto svincolato dall’Universidad de Chile. In arrivo, a titolo definitivo, il croato Marin Jakolis: attaccante classe 1996 attualmente in prestito al Sebenico ma di proprietà del Hajduk Spalato. Potrebbe essere ingaggiato anche il centrocampista svizzero/kosovaro Voca (1997), rimasto svincolato dopo un’esperienza in Turchia. Tra le idee in fase di valutazione anche Camporese (dif, 1992, Pordenone) e D’Urso (cen, 1997, Cittadella). Sul fronte uscite interrotti anticipatamente i prestiti di Del Favero e Minelli rientrati alla Juventus U23. Ciro Panico è stato prestato alla Juve Stabia, Sueva potrebbe raggiungere una tra Potenza e Viterbese e l’esperto difensore Corsi, destinato in C, è stato richiesto dalla Vibonese. Roberto Pirrello, invece, potrebbe trasferirsi all’Ascoli essendo stato esplicitamente richiesto da mister Sottil con cui ha già lavorato in passato a Siracusa e Livorno.

Crotone (attualmente 18° in classifica, -10 dalla SPAL, ma con una partita da recuperare)
Allenatore: Francesco Modesto

* Acquisti principali: Awua (cen, 1998, Pro Vercelli, prestito), Calapai (dif, 1993, Catania, definitivo), Schnegg (dif/est, 1998, Venezia, prestito), Serpe (dif, 2001, Genoa, prestito), Kone (cen, 2000, Torino, prestito)
* Cessioni principali: Donsah (cen, 1996, risoluzione), Molina (est, 1992, Monza, definitivo), Benali (cen, 1992, prestito)

Dopo le preoccupazioni esternate pubblicamente da mister Modesto la società è corsa ai ripari con un tris di prestiti (Schnegg dal Venezia, Serpe dal Genoa e Kone dal Torino). Il ds Ursino lavora per far tornare il centrale Golemic (1991), al momento in Grecia nel PAS Lamia. Resta viva l’idea Spalek (1997) che dovrebbe svincolarsi dal Brescia. Il possibile ritorno di Federico Ricci (1994), oggi alla Reggina, pare essere più di una semplice suggestione, soprattutto dopo il rifiuto di Olivieri (Lecce) al trasferimento in Calabria. Oddei si appresta a lasciare i pitagorici con Alessandria e Ascoli interessate al classe 2002. Juwara ha già preparato le valige, farà ritorno a Bologna per poi trasferirsi altrove. Kargbo rientrato dalla Coppa d’Africa, dove ha vestito la maglia della Sierra Leone, è già tornato a disposizione.

Pordenone (attualmente 19° in classifica, -11 dalla SPAL)
Allenatore: Bruno Tedino (dal 18/10/2021)

* Acquisti principali: Dalle Mura (dif, 2002, Fiorentina, prestito), Gavazzi (cen, 1986, svincolato), Iacoponi (att, 2002, Parma, prestito), Lovisa (cen, 2001, Fiorentina, prestito), Di Serio (cen, 2001, Benevento, prestito), Vokic (cen, 1996, Benevento, prestito), Anastasio (dif/est, 1996, Monza, prestito)

* Cessioni principali: Tsadjout (att, 1999, Ascoli via Milan), Falasco (dif, 1993, Ascoli, definitivo), Petriccione (cen, 1995, Benevento via Crotone, prestito), Magnino (cen, 1997, Modena, prestito), Ciciretti (att, 1993, Como, definitivo)

In casa Pordenone continua il processo di rinnovamento della rosa. Gli uomini di mercato dei neroverdi sono impegnati nello smaltimento dei contratti ritenuti più gravosi sulle spalle del club e le cessioni di uomini come Tsadjout, Petriccione, Falasco e Ciciretti sono da leggere in questa chiave. Sono in procinto di lasciare il Friuli anche Kupisz e Folorunsho (interessano alla Reggina), oltre a Camporese che piace a Brescia e Cosenza. Non mancano ovviamente le polemiche, fomentate dalla cessione del classe 1997 Luca Magnino, centrocampista finito a Modena dal suo grande estimatore Tesser e ritenuto dai tifosi l’uomo che avrebbe potuto indossare le vesti di bandiera, essendo originario di Pordenone. Attenzione la possibile ritorno dell’attaccante Candellone (1997) dal Sudtirol. Continua l’opera il ringiovanimento dell’organico, con Berrettoni e Lovisa alla ricerca di giovani che possano portare entusiasmo e una buona iniezione di energia alla squadra.

LR Vicenza (attualmente 20° in classifica, ma con una partita da recuperare, -14 dalla SPAL)
Allenatore: Christian Brocchi (dal 22/09/2021)

* Acquisti principali: Teodorczyk (att, 1991, Udinese), Boli (cen, 1998, Lens), Da Cruz (att, 1997, Parma), De Maio (dif, 1987, Udinese, definitivo), Lukaku (dif, 1994, Lazio, definitivo), Bikel (cen, 1995, Vancouver Whitecaps, prestito).

* Cessioni principali: Lanzafame (att, 1987, svincolato), Calderoni (dif, 1989, Cesena, definitivo), Ierardi (dif, 1998, Pescara, prestito)

Così come il Pordenone, anche l’ultima della classe non sta con le mani in mano e la carne al fuoco è tanta. I rinforzi già ufficializzati sono ben 6, ma il cambio di rotta tattico e di componenti della rosa è in piena evoluzione. Dopo aver rafforzato l’attacco, anche la difesa ha visto un paio di puntelli, giunti direttamente dalla serie A. Gli altri movimenti paiono ora essere legati tra loro dal più classico degli effetti domino. La situazione di Proia, come facilmente prevedibile stando alle dichiarazioni dei dirigenti di SPAL e Vicenza, non è cambiata: la SPAL è interessata, così come altre squadre della B, ma il Vicenza non ha alcuna intenzione di svendere un big e ha, anzi, nei suoi interessi quello di metterlo nelle condizioni di poter fare la differenza come ha dimostrato di sapere fare. Sempre sul fronte uscite, Lanzafame ha rescisso, mentre paiono essere sempre più alte le quotazioni per le cessioni di Longo (sempre più ai margini) e Pontisso, che ha il contratto in scadenza ma non sembra rientrare nei piani futuri del Vicenza. Sono dati per partenti anche gli esperti Taugourdeau e Brosco, che ha fin qui deluso ma registra comunque apprezzamenti da Frosinone, Pordenone e Reggina. Già ufficializzata la partenza di Calderoni per Cesena.

 

hanno collaborato Enrico Baroni, Giacomo Roberto Lupi e Pasquale Matarazzo



Leaderboard Spidergas 2022
Hangar leaderboard