Joe Tacopina continua a mandare messaggi all’insegna dell’ambizione e in un’intervista rilasciata a Massimo Boccucci per il Corriere dello Sport-Stadio è tornato a ribadire come l’obiettivo stagionale dei playoff sia da considerare alla portata. Al momento la SPAL è a 9 punti di distanza dall’ottavo posto e ha davanti a sé la bellezza di sei diverse squadre.

Non mi piace la parola salvezza, non è mai uscita dalla mia bocca“, ha detto il presidente. “L’obiettivo è arrivare ai playoff e poi tutto può succedere. Ci mancano sette punti per gli arbitraggi. Credo nella squadra e nel tecnico, ma non ci deve essere pressione“.

Nella lunga chiacchierata con Boccucci l’avvocato statunitense ha anche toccato l’argomento della crescita della SPAL intesa come azienda: “Vogliamo portare il business a un livello più alto. Dobbiamo rinforzare tutte le fonti di guadagno. C’è una buona base e stiamo parlando con grandi aziende per accompagnare il percorso di crescita, aumentando gli introiti sia commerciali sia sportivi, in un percorso di stabilizzazione per rendere più solido il club. Tra le altre cose stiamo programmando un tour negli Stati Uniti per la prossima estate“.

Tacopina ha anche fatto una considerazione sulla scelta dell’allenatore: “Se avessi saputo che era disponibile avrei preso Venturato fin dall’inizio, anche se ammiro Clotet e lo ritengo ancora un ottimo allenatore. Qui ha pagato l’inesperienza, ma non gli rimprovero nulla“.

L’intervista completa si può trovare nell’edizione di giovedì 10 febbraio de Il Corriere dello Sport-Stadio.



Dinamica Media – leaderboard
Elite Division – leaderboard
Dimedia – leaderboard
CFI – leaderboard
MEIS – leaderboard