I giudizi sulla prestazione della SPAL a Monza ruotano tutto all’episodio del minuto 10: senza l’espulsione di Dickmann i biancazzurri se la sarebbero potuta giocare contro una della squadre più forti del campionato? Non lo sapremo mai. Rimane però l’immagine di una squadra in grado di tenere il campo per 45 minuti prima di un tracollo un po’ ingiustificato nelle proporzioni.

VOTO DI SQUADRA: 5 – Dopo aver sfiorato il vantaggio dopo pochissimi secondi, l’espulsione di Dickmann costringe Venturato a rivedere il piano partita, passando ad un 441 corto e stretto che fino al gol del Monza aveva concesso poco o nulla. La ripresa però, con poco coraggio, poche idee e troppa fragilità, è davvero negativa e contribuisce al risultato finale.

THIAM 5 – Inizia mettendo Vido davanti a Di Gregorio dopo nemmeno trenta secondi, poi fa da spettatore per quasi tutto il primo tempo. Questo fino al tiro di Carlos Augusto sul quale non sembra proprio impeccabile nella respinta. Ci sono le attenuanti della violenza del tiro, del suo effetto e della visuale tutt’altro che favorevole. È esageratamente impacciato, invece, sulla conclusione ravvicinata di Mota Carvalho da cui nasce il 2-0 del Monza.

DICKMANN 5 – Perde il taglio di Mota Carvalho e lo atterra un po’ goffamente dopo nemmeno dieci minuti, finendo subito negli spogliatoi per rosso su chiara occasione da gol.

HEIDENREICH 6 – Ricorderà il debutto da titolare in B, ma non tutto il resto. Tuttavia è l’unico a salvarsi tra i difensori schierati oggi da Venturato (dal 36’ s.t. PEDA ng – Ritrova il campo dopo l’infortunio).

CAPRADOSSI 4,5 – Partita complessivamente attenta fino al gol, poi si dimostra poco reattivo sui primi tre i gol avversari. Scommette sul fuorigioco nel primo, viene bruciato da Sampirisi sul secondo, vaga senza meta sul terzo.

CELIA 5 – Partita prettamente difensiva, in cui viene parecchio sollecitato da Pereira. In ritardo nel contendere di testa il pallone a Mancuso da cui nasce il secondo gol dei brianzoli.

ZANELLATO 5,5 – Si ritrova a dover fare il mediano dopo pochi minuti e bada più che altro a tenere la posizione in mezzo al campo (dal 16’ s.t. MORA 5 – Mezz’ora a disposizione per lui, ma il suo ingresso non scuote minimamente una squadra ormai rassegnata dopo il 2-0).

ESPOSITO 5 – Pare parecchio timido sulla ripartenza che porta al rosso di Dickmann. Si prodiga poi in una partita di grandi rincorse in mezzo al campo.

PINATO 5,5 – Mostra un buon atteggiamento nei primi minuti. Viene allargato a sinistra nel 441 e aiuta Celia nel coprire sulla fascia (dal 16’ s.t. LATTE LATH 5,5 – Mezzo voto in più rispetto a Mora perché ha l’attenuante del rientro dopo il lungo infortunio).

MANCOSU 5 – Da elogiare la diligenza con cui si mette a disposizione con la squadra in dieci, ma nel corso dei novanta minuti non si vede praticamente mai.

COLOMBO ng – Non è nemmeno fortunato in questo periodo, con l’espulsione di Dickmann che convince il mister a sacrificarlo dopo soli diciassette minuti (dal 17’ p.t. ALMICI 5 – Conferma le difficoltà viste col Pordenone, arginando molto raramente le incursioni sul suo lato).

VIDO 5,5 – Nemmeno un minuto e, a tu per tu con Di Gregorio, è costretto a allargarsi troppo, perdendo di vista lo specchio della porta. Con la SPAL in dieci viene un po’ abbandonato davanti, anche se qualche pallone lo gioca con buona qualità (dal 1’ s.t. FINOTTO 5 – Compito ingrato quello che gli affida Venturato. Non entra mai in partita).

VENTURATO 5,5 – Non la duecentesima partita in serie B che desiderava. La formazione iniziale, a parte in attacco, era sostanzialmente obbligata e con l’espulsione di Dickmann non può fare molto di più che passare al 441 con cui aveva anestetizzato il Monza fino allo svantaggio. Nella ripresa, però, l’atteggiamento passivo dei suoi e anche le scelte fatte per rientrare in partite non convincono.



Dinamica Media – leaderboard
Elite Division – leaderboard
Dimedia – leaderboard
CFI – leaderboard
MEIS – leaderboard