foto Filippo Rubin

Gli allenatori non mancano mai di sottolineare come i progressi delle loro squadre dipendano dai dettagli, per cui non sorprende che Roberto Venturato abbia posticipato di quasi 40 minuti l’inizio della conferenza stampa prepartita di SPAL-Ternana per rimanere più a lungo negli spogliatoi del centro “G.B. Fabbri”.

Ci siamo fermati un po’ di più – ha spiegato il tecnico – per fare un’analisi approfondita di alcune situazioni sui calci piazzati. Migliorare le interpretazioni sugli episodi soprattutto a palla ferma è un fattore importante. Riuscire ad avere quell’attenzione e vivere bene le situazioni di quel genere è vitale, in particolare in serie B“.

Vitale sarebbe anche vincere una partita per la prima volta da dicembre, ma è il caso di andare con ordine.

DISPONIBILI / INDISPONIBILI – Restano in infermeria Ellertsson (frattura del piede), Pinato (Sovraccarico dei flessori della coscia), Viviani (Problemi muscolari) e Finotto (Lesione al retto femorale). Dovrebbe invece tornare tra i convocati Tripaldelli (fascite) che non scende in campo da ormai un mese.

Mi sembra – ha osservato Venturato – che abbiamo recuperato tutti abbastanza bene e questo è un bel segnale. Martedì mattina faremo il risveglio muscolare e lì sarà possibile avere un quadro più attendibile. Il recupero e la freschezza atletica sono componenti importanti e i cambi diventeranno determinanti“.

POSSIBILE TURNOVER – “La valutazione su Rossi va fatta con attenzione perché è un grande campione, non solo in campo ma anche nella testa. Valuterò assieme a lui per capire qual è la soluzione migliore. Può dare qualcosa di importante alla squadra. Discorso analogo vale per Mancosu, perché si gioca ogni tre giorni. L’alternativa principale per il ruolo di trequartista è Crociata, sia per caratteristiche sia per esperienza. Tripaldelli ha avuto una fascite, ma ha sempre mantenuto una condizione atletica accettabile e quindi in queste due partite sarà un giocatore da valutare“.

PROGRESSI – “Sicuramente nella partita contro il Vicenza abbiamo fatto una prestazione più simile a quelle con Benevento e Pisa. Le prestazioni con Monza e Reggina che ci hanno portato a perdere gare importanti ci penalizzano nel fattore crescita che ci siamo posti come obiettivo. Dobbiamo essere bravi a pensare gara per gara e mettere qualcosa in più per riuscire a far sì di esprimere bene le capacità della squadra, che sono tante. Servono la forza e l’atteggiamento corretti per affrontare ogni partita sapendo che ogni gara è una finale e quindi sono richieste capacità di mettersi in discussione, attenzione e rispetto dell’avversario. Martedì e poi sabato a Parma affrontiamo squadre molto forti e che l’hanno dimostrato. La Ternana è una neopromossa che ha qualità, capacità e ha dimostrato di saperle esprimere bene. Noi dovremo essere altrettanto bravi nel saperli affrontare con l’obiettivo di fare qualcosa in più, sia stando attenti in fase difensiva, sia facendo qualcosa di meglio in attacco“.

IPOTESI DI FORMAZIONE (4312): Alfonso; Dickmann, Vicari, Capradossi, Tripaldelli (Celia); Da Riva, Esposito (Zanellato), Mora; Mancosu (Crociata); Colombo (Rossi), Melchiorri.



Dinamica Media – leaderboard
Elite Division – leaderboard
Dimedia – leaderboard
MEIS – leaderboard
CFI – leaderboard