foto Roberto Manderioli

In un gelido Paolo Mazza la Primavera inciampa su un altro pareggio (2-2) che fa decisamente male. In primis perché la squadra di Mandelli lo incassa all’ultimo minuto di partita dopo aver difeso un meritato vantaggio per tutta la ripresa, e in secondo luogo perché spreca l’occasione dell’importantissimo scontro diretto contro il Bologna per uscire dalla zona rossa della classifica. I rossoblù (attualmente terzultimi, in zona playout) mantengono così un vantaggio di sei punti sui biancazzurri (attualmente penultimi, in zona retrocessione diretta).

La SPAL nel primo tempo recupera lo svantaggio iniziale (Rocchi) grazie a due reti su calcio d’angolo, entrambi battuti da Puletto, firmate rispettivamente Heidenreich (in prestito dalla prima squadra) e Martini. Nella ripresa il Bologna attacca con più convinzione, ma entrambe le squadre costruiscono palle gol importanti (il tiro di Noireau-Dauriat che sfiora il palo è da mani nei capelli). Alla fine però l’ultima parola ce l’ha Pagliuca che, proprio mentre l’arbitro indica il recupero, di testa a centro area surclassa Heidenreich e Nador e firma il 2-2.

Il tecnico Mandelli, al termine della gara, ha commentato con voce spezzata l’amaro pareggio: “Quella di oggi è stata una doccia gelata perché sentivamo proprio di avere la vittoria in pugno. I ragazzi volevano vincere a tutti i costi e nonostante siano andati sotto hanno avuto la lucidità per ribaltarla, giocando un buon primo tempo e costruendo azioni da gol importanti anche quando in vantaggio. Nel secondo tempo siamo calati fisicamente. Sono troppi mesi che non vinciamo e la voglia di farlo porta ad avere il braccio corto e la paura di giocare. Alla fine ci siamo messi a cinque perché non riuscivamo più a prendere campo e paradossalmente abbiamo preso gol su un traversone abbastanza leggibile”.

“I ragazzi hanno voglia di risollevarsi, ma da diverse partite ci manca la stoccata finale. Purtroppo il risultato incide molto su morale e convinzione. La partita di oggi dobbiamo riuscire a digerirla e i ragazzi devono pensare a questi momenti come parte della crescita e imparare a saltarne fuori al meglio. Adesso dobbiamo continuare a lottare fino alla fine e giocare con voglia tutte le partite. Prima o poi verremo premiati, speriamo presto
”.

LINK: la classifica temporanea del campionato Primavera 1, via MondoPrimavera

Prossimo impegno in calendario: mercoledì 9 marzo (ore 11) contro il Genoa in trasferta.

SPAL-Bologna 2-2 (p.t. 2-1)

SPAL (4-3-3): Rigon; Valdesi, Heidenreich, Nador, Borsoi (dal 41′ s.t. Saiani); Boccia, Meneghini, Martini (dal 26′ s.t. Forapani); Noireau Dauriat (dal 41′ s.t. Csinger), Wilke Braams (dal 33′ s.t. Traore), Puletto (dal 33′ s.t. Orfei). A disposizione: Magri, Saio, Simonetta, De Milato, Fiori, Roda, Yabre. All. Mandelli.

Bologna (3-4-1-2): Bagnolini; Amey, Stivanello, Motolese; Wallius, Bynoe (dal 26′ s.t. Pietrelli), Urbanski, Annan; Pagliuca; Cupani, Rocchi. A disposizione: Albieri, Cavina, Sakho, Casadei, Arnofoli, Anatriello, Cossalter, Wieser, Mazia, Lahdenmaki, Mercier. All. Vigiani.

Arbitro: sig. Zanotti di Rimini (ass.ti. Centrone e Di Maio)
Marcatori: 9′ p.t. Rocchi (B), 17′ p.t. Heidenreich (S), 25′ p.t. Martini (S), 45′ s.t. Pagliuca (B).
Ammoniti: Annan (B), Pagliuca (B), Meneghini (S), Byone (B), Heidenreich (S).
Note: pomeriggio soleggiato e ventoso; angoli: 6-3; recuperi: 0′ p.t., 4′ s.t.

Azioni salienti primo tempo:
7′ Rocchi controlla un lancio dalle retrovie di Stivanello e si inserisce tra i difensori centrali: bravo Nador a chiudere da ultimo uomo.
9′ BOLOGNA AVANTI. Rocchi si accentra, serve sulla sinistra Cupani che guadagna il fondo e l’appoggia nell’area piccola dove lo stesso Rocchi chiude il triangolo anticipando Heidenreich e toccandola in rete.
15′ Wilke Braams ci prova due volte nel giro di un minuto, prima calciando fuori misura dall’altezza del dischetto e poi trovando i guanti di Bagnolini con un diagonale.
17′ PAREGGIO SPAL! Un corner perfetto di Puletto trova la testa di Heidenreich sul primo palo!
25′ VANTAGGIO SPAL! Un altro calcio d’angolo di Puletto viene stavolta mancato da tutti e la palla finisce sui piedi di Martini che, da due passi, controlla e appoggia in rete.
34′ Azione personale di Noireau-Dauriat che raggiunge il limite dell’area palla al piede ma calcia in maniera sbilenca.
45′ L’arbitro lascia giocare venti secondi in più e uno spiovente di Rocchi taglia minaccioso l’area ma si concretizza in un nulla di fatto.

Azioni salienti secondo tempo:
7′ La SPAL pare in difficoltà a gestire il pallone e il Bologna gliene soffia due, mandando al tiro Urbanski (largo) e Annan (parato).
12′ Colpo di testa di Cupani su calcio d’angolo: palla tra le braccia di Rigon.
19′ Sfiora il tris Noireau-Dauriat! Il francese, con un tiro in diagonale che fa la bara al palo, sciupa un ghiotto contropiede partito da Wilke Braams.
30′ Dentro l’area piccola Cupani è disturbato sia dal compagno Rocchi sia dai difensori della SPAL e non riesce a centrare lo specchio, complice anche una deviazione.
32′ Boccia mette un bel cross a rientrare dalla sinistra ma il colpo di testa di Wilke Braams a centro area finisce tra le braccia di Bagnolini.
45′ PAREGGIO BOLOGNA. Cross dalla destra di Wallius e Pagliuca in mezzo all’area di testa trova l’angolino basso.
48′ Miracolo di Rigon che con la mano di richiama salva sul violento tiro di Urbanski, evitando un gol che sarebbe stato una vera e propria beffa.



Dinamica Media – leaderboard
Elite Division – leaderboard
MEIS – leaderboard
Dimedia – leaderboard
CFI – leaderboard