foto Filippo Venezia

L’ultima partita casalinga della stagione può anche essere quella decisiva per avvicinare la SPAL a una salvezza che si sperava potesse essere meno problematica. Roberto Venturato deve fare i conti con assenze pesanti e quindi chiede uno sforzo alla sua squadra, soprattutto in termini di determinazione e concentrazione.

DISPONIBILI / INDISPONIBILI – Non ci saranno Heidenreich, Viviani e Rossi. Tutti e tre hanno chiuso anticipatamente la loro stagione. A loro si uniscono anche gli squalificati Da Riva e Mancosu.

SPIRITO – “Credo che mostrare un certo tipo di atteggiamento, come quello della partita di Brescia, sia la cosa più importante. Serviranno determinazione e voglia per esprimere pienamente le nostre capacità, pur tenendo conto che giocheremo contro una squadra in corsa per obiettivi di alto livello ed è un fattore importante. Sono elementi che determinano molto in questo momento, ma è anche la base per fare una prestazione importante con un risultato determinante per entrambe le squadre. Il clima nello spogliatoio è quello di una squadra consapevole dell’importanza della partita e della fase finale del campionato”.

FORMAZIONE – “Le riflessioni sulla formazione sono in corso. Alfonso ha esperienza e capacità, ma Thiam ha fatto bene nelle ultime partite e penso ci possa essere più attenzione nei confronti. In difesa la cosa fondamentale è mantenere compattezza ed equilibrio, poi l’aggressività è un fattore mentale. Sicuramente i nostri centrali in questo hanno un peso specifico rilevante. A centrocampo le alternative sono quelle che tutti conoscono, poi andranno fatte delle valutazioni durante la partita anche in base alle scelte degli avversari. Bisogna anche tenere conto della fase difensiva e delle palle ferme in cui il Frosinone è molto bravo. Tra Garritano e Lulic ci sono delle differenze significative. Latte Lath ha sempre avuto qualche problema agli adduttori, l’infortunio di ottobre gli ha compromesso la stagione. Però è un giocatore che per caratteristiche mi piace, quindi potrebbe partire titolare“.

AVVERSARI – “Il Frosinone nell’ultimo periodo è stato molto concreto, incisivo e determinato. Ha dato continuità in tutto il campionato e infatti gioca per obiettivi importanti. Ha giocatori con grandi qualità e dotati di concretezza. Penso a Garritano, Zerbin, Ciano, Novakovich, Canotto. Nonostante il talento in avanti ha anche tanto equilibrio. Dovremo essere molto bravi a interpretare ogni situazione di gioco“.

PUBBLICO – “Il pubblico è straordinario e bisogna solo elogiarlo per la passione e l’incitamento che ci dà ogni volta. Domani dovremo mettere insieme la nostra prestazione e il nostro coraggio con l’entusiasmo e il coinvolgimento dello stadio. Speriamo di riuscire a ottenere un risultato che ci consenta di mantenere la categoria“.

ASPETTATIVE – “Fino a qualche mese fa nella mia testa c’era l’idea di fare qualche punto in più rispetto a quelli che poi sono stati effettivamente fatti. Abbiamo sprecato tante occasioni e potevamo avere una decina di punti in più. Ma ormai il passato è il passato e dobbiamo ragionare sulle due partite che rimangono. Chiaro che l’aspettativa di fare qualcosa in più c’era. Non ci siamo riusciti e bisogna rendersi conto della situazione per uscirne“.

 

IPOTESI DI FORMAZIONE (4312): Thiam; Dickmann, Meccariello (Vicari), Capradossi, Celia; Zanellato, Esposito, Mora (Crociata); Pinato; Vido (Melchiorri), Latte Lath.



Dinamica Media – leaderboard
MEIS – leaderboard
Dimedia – leaderboard
Elite Division – leaderboard
CFI – leaderboard