foto Filippo Rubin

Per le pagelle è ancora presto, in fondo la SPAL sta affrontando amichevoli dopo aver sostenuto allenamenti al mattino. Però qualche annotazione si può fare, visto che i biancazzurri si sono confrontati per la prima volta in stagione contro una formazione professionistica, in questo caso la Virtus Verona che milita in serie C.

IN VISTA

MANCOSU: la sua Classe è una certezza. E la C maiuscola non è un errore di battitura. Per tutta la partita, fino alla sua sostituzione, è una lampadina che illumina la manovra biancazzurra. Per lui sembra che la pausa estiva non ci sia mai stata.
LA MANTIA: con la valigia ancora da scaricare dal pullman, ha fatto vedere perché è stato così fortemente voluto. Un attaccante che cinque minuti la butta dentro e incide sulla partita con altre giocate determinanti non poteva che presentarsi meglio.
DICKMANN: durante una delle sue sgroppate abbiamo avuto una visione. Quest’anno farà il definitivo salto di qualità e a gennaio sarà cercato da mezza serie A. Probabilmente finirà al Toro di Vagnati per circa 6 milioni. Divinazioni a parte: ha ricominciato da dove aveva lasciato. Con tanta corsa e sfrontatezza.

DA RIVEDERE

MONCINI: ha l’attenuante di essere arrivato da poco, ma ancora non si muove con scioltezza. Visto il fisico è normale necessiti di tempi più lunghi per arrivare al top.
RAUTI: corre come un matto per tutto il primo tempo. In formissima dal punto di vista atletico, ma combina poco in termini di risultati. Se si sblocca può essere un’alternativa importante per l’attacco.
MURGIA: non è ancora a livello degli altri. Probabile che la travagliata scorsa stagione abbia influito pesantemente sulla sua forma. Sicuramente fisica, ma anche psicologica. Il tentativo di recupero potrebbe essere più difficoltoso del previsto.



Dinamica Media – leaderboard
MEIS – leaderboard
Dimedia – leaderboard
CFI – leaderboard
Elite Division – leaderboard