foto Filippo Rubin

Alla vigilia del debutto in Coppa Italia la SPAL ha comunicato ufficialmente i numeri di maglia per la stagione 2022/2023. Qualcuno si era già intravisto nelle ultime amichevoli con Cremonese e Pontedera, qualcun altro nelle presentazioni ufficiali dei nuovi acquisti. Come ogni anno non mancano gli spunti curiosi.

La numerazione dei biancazzurri è questa: Alfonso 1; Pabai 2; Tripaldelli 3; Dalle Mura 4; Esposito 5; Meccariello 6; Viviani 7; Mancosu 8; Moncini 9; Zanellato 10; Finotto 11; Abati 12; Varnier 13; Zuculini 14; Saiani 16; Pomini 17; Arena 18; La Mantia 19; Prati 20; Celia 21; Thiam 22; Murgia 23; Dickmann 24; Peda 27; Puletto 28; Almici 29; Rauti 32; Spaltro 36; Maistro 37; Wilke Braams 38; Tunjov 40; Boccia 70; Nador 87; D’Orazio 97; Ayoub Abou 98; Rabbi 99

Qualche curiosità:
* Dei 20 giocatori che avevano un numero di maglia nella scorsa stagione, ben 10 hanno deciso di cambiare: Alfonso (da 54 a 1), Viviani (da 77 a 7), Finotto (da 18 a 11), Pomini (da 1 a 17), Celia (da 91 a 21), Peda (da 29 a 27), Almici (da 27 a 29), Spaltro (da 25 a 36), Nador (da 96 a 87) e Abou (da 4 a 98).

* La 12 dopo essere stata sulle spalle di Pa Konate (2017/2018, solo in Coppa Italia) era stata registrata solo per il portiere Galeotti nell’annata 2020/2021, rimanendo libera in tutte le altre.

* Moncini ha scelto di nuovo la numero 9: la indossò anche nella stagione 2019/2020, almeno fino alla cessione di gennaio al Benevento. In tempi recenti questa maglia non ha portato granché bene, almeno in termini realizzativi. È stata utilizzata da Cerri (2016/2017), Bonazzoli (2017/2018), Paloschi (2020/2021) e Colombo (2021/2022) e nessuno ha raggiunto la doppia cifra.

* Scelta un po’ nostalgica anche per Finotto, che riprende la 11 che era stata sua anche nel trionfale campionato di serie B 2016/2017. Ha utilizzato lo stesso numero anche a Cittadella e Monza.

* Marco Varnier negli anni ha avuto diversi problemi di carattere fisico, ma di sicuro non soffre di triscaidecafobia, ovvero la paura del numero 13. In alcuni casi questo numero è considerato foriero di sfortuna, soprattutto nella cultura anglosassone. Si pensi anche solo ai luoghi comuni su venerdì 13. Verosimilmente il difensore padovano gli attribuisce un influsso favorevole, visto che l’ha utilizzato per l’ultima volta nella stagione 2017/2018, quella della sua consacrazione in serie B col Cittadella.

* La 16 torna ad avere un proprietario dopo quattro anni grazie al promettente Saiani (2005), campione d’Italia con l’Under 18. L’ultimo a utilizzarla fu Valdifiori (2018/2019).

* Con la partenza di Vicari verso Bari, il proprietario di maglia più longevo è ora Thiam: per la quinta stagione consecutiva avrà la numero 22.

* Viviani torna finalmente alla numero 7 dopo ben sei anni di attesa. Prese la 77 nel suo primo anno alla SPAL (2017/2018) in quanto la 7 era occupata da Antenucci ed era considerata non negoziabile dall’attaccante molisano. Negli ultimi anni Viviani ha indossato prevalentemente la 77, ma ha sperimentato anche altri numeri: 92 (Frosinone), 43 (Livorno) e 24 (SPAL 2020/2021).

* Sembra esserci un qualche tipo di stigma sulla 15: per il quinto anno consecutivo non avrà un proprietario. L’ultimo fu Vaisanen nel campionato 2017/2018.

* Nel tempo alcune maglie sono state usate solo da alcune categorie di giocatori (per esempio la 3, sempre sulle spalle di difensori), altre hanno avuto un percorso decisamente più eclettico tra i vari reparti. Si pensi alla 4 (successione: Arini, Cionek, Tomovic, Abou e ora Dalle Mura), alla 14 (successione: Bonifazi, Mattiello, Dabo, Di Francesco e ora Zuculini), alla 17 (successione: Zigoni, Poluzzi, Sernicola, Capradossi e ora Pomini), alla 21 (successione: Pontisso, Salamon, Strefezza, Seb. Esposito, Seck e ora Celia) e la 27 (successione: Ghiglione, Felipe, Strefezza, Almici e ora Peda).

* La 23, per sei anni di Vicari, è stata presa da Murgia: tutti e due sono romani ed entrambi hanno un legame speciale con la Lazio. Vicari se ne è dichiarato tifoso, Murgia ci ha fatto le giovanili e ha debuttato in prima squadra.

* Torna la 37 dopo due anni di pausa: fu di Petagna nelle stagioni 2018/2019 e 2019/2020.

* Rimane libera la 49, nel caso ci debba essere per davvero il ritorno di Rossi in autunno, così come prefigurato da Joe Tacopina.

 

 

Nota: una prima versione dell’articolo non includeva Pabai nella lista. Non era indicato nella comunicazione ufficiale pubblicata dalla SPAL, successivamente modificata.

Lascia un commento


Dinamica Media – leaderboard
MEIS – leaderboard
Dimedia – leaderboard
CFI – leaderboard
Elite Division – leaderboard