foto Filippo Rubin
leaderboard myes

Anche la SPAL ha avuto il suo Black Friday e per promuoverlo ha portato Patryk Peda e Andrea La Mantia allo SPAL Store di via Mazzini per un incontro coi tifosi. Tra autografi e fotografie il difensore polacco si è concesso per qualche battuta con i cronisti presenti.

Hai avuto un inizio di stagione molto positivo e soprattutto hai sempre risposto presente quando venivi chiamato in causa.
“Sì, nonostante prima non abbia giocato tanto: l’anno scorso ho fatto tredici presenze e anche in questo campionato non ho giocato molto nelle prime partite. Ma mi sono sempre fatto trovare pronto e preparato per giocare. Dalla partita col Cittadella ho fatto cinque presenze da titolare e ho giocato anche bene, anche grazie al cambio del modulo con tre difensori centrali, dunque devo continuare così”.

Com’è stato l’arrivo di mister De Rossi e cosa ha portato dentro lo spogliatoio, dentro e fuori dal campo?
“Sono molto contento dell’arrivo del mister, non solo perché gioco, ma anche perché ha cambiato tantissime cose, come a esempio il modulo, e tutto lo staff è bravissimo. Per il resto posso solo dire che è una grandissima persona. Amo molto il calcio italiano sin da quando ero bambino e guardavo tutte le partite, quindi so bene chi è De Rossi”.

In quali aspetti ritieni di dover crescere?
“Posso migliorare tatticamente, penso, perché sono ancora giovane, ma comunque si può sempre crescere, sia fuori sia dentro il campo”.

Quanto ti dispiace di non essere alla prossima partita a Brescia?
“Molto, perché volevo aiutare la squadra, ma purtroppo ho preso un cartellino rosso. Sono sicuro però che faremo una grande partita e che vinceremo”.

C’è stato un momento in cui hai pensato di poter rientrare nella squadra polacca per il Mondiale?
“Nelle prime partite non ho giocato molto, dunque penso sia per questo motivo che non sono stato preso in considerazione. Nonostante io abbia giocato le ultime da titolare, penso che ormai fosse troppo tardi perché il mister aveva già deciso la squadra. Li seguo da lontano e spero che dopo i mondiali il mister possa convocarmi. Per ora sono andato in nazionale Under 21, dove abbiamo giocato due partite contro la Turchia e la Croazia: due belle partite, sono contento”.

Dove pensi possa arrivare questa SPAL nonostante la classifica attuale?
“La stagione ancora è lunga e secondo me possiamo arrivare tranquillamente in zona playoff. Dobbiamo fare bene e vogliamo andare in serie A”.


ha collaborato Riccardo Fattorini



Leaderboard Spidergas 2022
Hangar leaderboard