foto Filippo Rubin
leaderboard myes

I contatti della giornata di martedì 3 gennaio tra SPAL e Spezia sembrano essere stati proficui: Salvatore Esposito (2000) è molto vicino al trasferimento e (a meno di imprevisti) gli annunci ufficiali da parte delle due società potrebbero arrivare tra mercoledì e giovedì.

Esposito lascerà la SPAL con la formula del prestito con obbligo di riscatto e firmerà un contratto fino a giugno 2027 con i liguri. La cifra esatta che lo Spezia verserà nelle casse dei biancazzurri non è del tutto chiara e dipende in parte dal raggiungimento di alcuni bonus legati alle prestazioni del giocatore e ai risultati in campionato della sua nuova squadra. Da via Copparo viene fatto sapere che il valore complessivo dell’affare è molto vicino ai 4 milioni di euro inizialmente richiesti e che i bonus sono raggiungibili con relativa facilità. Nell’accordo verrà aggiunta anche una clausola che garantirà il 10% sul prezzo di futura rivendita del centrocampista.

Nel contesto dei colloqui riguardanti Esposito le due dirigenze hanno discusso anche di Leandro Sanca (2000), attaccante portoghese che lo Spezia ha portato in Italia nell’estate 2021 e che finora ha trovato pochissimo spazio tra le scelte di mister Luca Gotti (4 presenze per 95 minuti). Considerate le possibili partenze di Finotto (1992) e Rauti (2000), il giocatore potrebbe tornare utile e quindi si è ragionato su un possibile prestito fino al termine dell’attuale stagione. Si tratta di un elemento che fa della forza fisica e della velocità i suoi punti forti. Lo Spezia ha investito oltre 1 milione di euro per prelevarlo dal Braga e poi l’ha dirottato in prestito al Casa Pia, formazione con sede a Lisbona di proprietà di Robert Platek (l’attuale patron dei liguri) che nello scorso campionato ha conquistato la promozione nel massimo campionato portoghese. Sanca ha contribuito con 27 presenze e 3 gol, giocando prevalentemente come attaccante esterno sia a destra sia a sinistra.

Per quanto riguarda la sostituzione di Esposito rimane attuale il profilo di Luca Fiordilino (1996) del Venezia. Il giocatore ha perso minutaggio dopo l’arrivo in panchina di Paolo Vanoli e quindi vedrebbe di buon occhio il passaggio alla SPAL, con la quale arriverebbe facilmente a un accordo. La trattativa non si annuncia delle più facili a causa dei rapporti non esattamente distesi tra i due presidenti Tacopina e Niederauer, ma sembra esserci una certa fiducia sul buon esito finale.



Leaderboard Spidergas 2022
Hangar leaderboard