foto Filippo Rubin
leaderboard myes

Tanto tempo fa, per gli appassionati del pallone a certi livelli, il lunedì era semplicemente “il giorno dopo“. Quello in cui – in base al risultato della propria squadra – ci si può svegliare alternativamente con un gran sorriso o senza le forze per affrontare la giornata lavorativa. L’occasione per condividere commenti entusiastici con qualcun altro o essere oggetto di irriverenze varie. I calendari calcistici contemporanei hanno senz’altro depotenziato un po’ il valore simbolico del lunedì, ma non lo hanno rimosso del tutto. D’altra parte la settimana inizia sempre meglio se c’è stato qualche progresso in classifica o una prestazione in grado di solleticare un po’ l’orgoglio.

Nel giorno del Blue Monday, secondo una teoria senza fondamento scientifico il giorno più deprimente dell’intero anno, chi vuol bene alla SPAL tutto sommato non ha ragione di essere particolarmente depresso. Certo, la situazione in campionato rimane delicata, ma l’inaspettata vittoria di Reggio Calabria ha contribuito a risollevare almeno un po’ degli animi che si erano incupiti fino a livelli abbastanza preoccupanti.

La cosa divertente è che da parecchi anni il fantomatico Blue Monday coincide con un lunedì quasi sempre sereno o poco nuvoloso per i tifosi biancazzurri. Nella peggiore delle ipotesi è stato un lunedì a traino di un fine settimana senza calcio. È infatti dal 2010 (!) che il terzo lunedì di gennaio coincide con un risultato favorevole della SPAL nel weekend precedente. L’ultimo vero dispiacere l’ha riservato un gol di Garzon in un confronto casalingo con l’Hellas Verona in Lega Pro, durante l’era-Butelli.

2009: Lega Pro, SPAL-Hellas Verona 0-1
2010: Lega Pro, Ternana-SPAL 0-1 (Cipriani)
2011: Lega Pro, SPAL-Cremonese 1-1 (Smit)
2012: Lega Pro, SPAL-Taranto 0-0
2013: Serie D, SPAL-Fidenza 3-0 (Rocchi, Cubillos, Marongiu)
2014: Lega Pro 2^ Div., SPAL-Bassano 4-2 (Landi, Giani, Silvestri, Lebran)
2015: Lega Pro, SPAL-Savona 2-0 (Zigoni, Fioretti)
2016: Lega Pro, Lucchese-SPAL 1-1 (Finotto)
2017: Serie B, campionato in pausa
2018: Serie A, campionato in pausa
2019: Serie A, SPAL-Bologna 1-1 (Kurtic)
2020: Serie A, Atalanta-SPAL 1-2 (Petagna, Valoti / giocata nel lunedì del Blue Monday)
2021: Serie B, SPAL-Reggiana 2-0 (Valoti, D’Alessandro / giocata nel lunedì del Blue Monday)
2022: Serie B, SPAL-Benevento 1-1 (Da Riva)
2023: Serie B, Reggina-SPAL 0-1 (aut. Gagliolo)

Ovviamente c’è anche un rovescio della medaglia: solo negli ultimi cinque anni (2018-2023) chi tifa SPAL ha vissuto ben 59 lunedì contraddistinti da sconfitte di diversa misura, opposti ai 39 in cui invece il risultato del fine settimana poteva giustificare del buonumore.

Il record di lunedì neri è stato stabilito nel 2020, l’anno della retrocessione in serie B con ben 14. Negli ultimi due anni il numero si è ridotto sensibilmente, ma ha inciso molto la compressione delle giornate del calendario, soprattutto nel 2021.

La proporzione tra lunedì infelici (sconfitte della SPAL) e lunedì felici (vittorie o pareggi inaspettati) negli ultimi cinque anni:

2018 13-11
2019 13-10
2020 14-4
2021 8-7
2022 11-7

Lascia un commento


Leaderboard Spidergas 2022
Hangar leaderboard