foto Cristiano Pedriali
Dimedia – leaderboard
Dinamica Media – leaderboard

Anche sul fronte del settore giovanile la SPAL si prepara a un nuovo corso. Dopo due anni se n’è andato il responsabile Andrea Catellani (1988), giunto alla fine del proprio contratto. L’1 luglio il Modena ha ufficializzato il suo ingaggio con un accordo fino a giugno 2028. Già da diversi mesi si discuteva di questa prospettiva e la retrocessione della SPAL in serie C – con conseguente incertezza sui programmi futuri – non ha fatto altro che accelerare gli eventi.

Catellani porta con sé a Modena il coordinatore scouting Alessandro Consolati e il team manager dell’Under 18 Andrea Mezzapelle. Nel nuovo club ricopriranno i ruoli di responsabile area tecnica e coordinatore organizzativo dell’attività agonistica. Pare scontato che si trasferiranno in gialloblù anche alcuni dei tecnici con cui Catellani ha lavorato alla SPAL. Nella fattispecie Michele Troiano (U16) che potrebbe diventare l’allenatore dell’Under 17 dei Canarini, Filippo Pensalfini (U17) che sembra essere in procinto di entrare nello staff di Paolo Bianco in prima squadra e Leonardo Fontanesi (collaboratore della Primavera) al quale potrebbe essere affidata l’Under 15.

Per la SPAL quindi si profila una sorta di anno zero (ne avevamo già parlato nel dettaglio), anche se fortunatamente molti dei talenti più luminosi sono stati “protetti” con dei contratti. Come anticipato da Filippo Fusco nel corso della sua presentazione ufficiale è stata scelta la linea della continuità e per questo sembra imminente l’ufficializzazione dell’incarico di responsabile del vivaio biancazzurro a Massimiliano De Gregorio, attuale responsabile dell’attività di base e allenatore dell’Under 15. Al suo fianco avrà Francesco Conti, fino a oggi responsabile dell’area scouting del vivaio.

De Gregorio sul campo con l’Under 15 – foto Aiello

Tra le pratiche da sbrigare – in collaborazione con Fusco – ci sarà quella delle panchine di Primavera e Under 17. Vito Grieco e Massimo Pedriali hanno entrambi un altro anno di contratto. Al primo è stato prospettato di proseguire il proprio lavoro con la principale selezione del vivaio, mentre all’allenatore campione d’Italia Under 18 è stato chiesto di considerare la guida dell’altro gruppo rimasto disponibile, visto che da norme federali la SPAL non avrà più diritto a partecipare al torneo di cui è campione. Un passo indietro non esattamente ideale per la carriera di Pedriali, che potrebbe anche decidere di esplorare opzioni alternative.



Leaderboard Mazzo
Leaderboard Spidergas 2022