Dimedia – leaderboard
Dinamica Media – leaderboard

La partita con la Fermana poteva regalare a un biancazzurro – molto probabilmente a sua insaputa – la soddisfazione di aver segnato il gol numero 100 della non così entusiasmante gestione-Tacopina. Appuntamento, si spera, rimandato a lunedì 23 ottobre ad Arezzo o, nella peggiore delle ipotesi, non più in là di giovedì 26 col Sestri Levante al Paolo Mazza.

IL QUADRO GENERALE
Nel corso della gestione statunitense, iniziata nell’agosto 2021, la SPAL ha giocato 88 partite ufficiali. In questi oltre ottomila minuti in campo i biancazzurri sono riusciti a segnare 99 gol (media di 1,13 a partita), a fronte dei 119 incassati (media di 1,35 a partita). Queste 99 reti (di cui quattro autogol) portano la firma di trentuno giocatori diversi. Nel corso del biennio (e due mesi) nessun giocatore è riuscito a raggiungere la doppia cifra e questo è abbastanza indicativo delle difficoltà (e dell’instabilità tecnica) che hanno contraddistinto gli ultimi campionati.

Le doppiette sono state soltanto quattro (Vido contro la Ternana, Finotto contro il Benevento, Moncini contro il Modena e Maistro contro il Brescia) mentre non è stata segnata alcuna tripletta. Nonostante il Paolo Mazza non abbia regalato i punti sperati, i gol in casa sono stati 62 mentre quelli in trasferta 37.

I MARCATORI
9 gol: Moncini (3 su rigore)

foto Fabrizio Cusa

Il bomber del primo centone è l’attaccante Gabriele Moncini che ha segnato 9 gol, tutti nella stessa stagione (2022/2023). L’anno scorso ha colpito il Como sotto la guida di Venturato, Cosenza, Modena (doppietta) e Bari durante la gestione De Rossi e Ternana, Benevento, Perugia e Pisa con Oddo. Troppo poco per evitare alla squadra una dolorosa retrocessione.

7 gol: Dickmann

Lorenzo Dickmann nei due anni di gestione americana ha segnato sette gol, tre nella stagione 2021/2022 (Alessandria, Cosenza, Frosinone) e quattro in quella successiva (Cosenza, Ascoli, Venezia ed Empoli in Coppa Italia). Quattro gol in una sola stagione rappresentano un risultato abbastanza singolare tra i difensori: negli ultimi dieci anni gli unici ad aver eguagliato l’ex capitano sono stati soltanto Giani (4 gol, serie B 2016/2017) e Celia (4 gol, serie B 2022/2023). Nessuno è riuscito a superarlo.

6 gol: Colombo e Mancosu (1 su rigore)

foto Filippo Rubin

Se si esclude l’autogol di Moncini in Coppa Italia, il primo spallino ad aver segnato durante la gestione Tacopina è stato Mancosu. Dopo una sconfitta con il Pisa nella prima giornata (1-0, gol al 1′ di Sibilli) la SPAL di Pep Clotet inflisse un pesante 5-0 al Pordenone al Paolo Mazza. A sbloccare il risultato fu proprio il trequartista sardo, al 18’ minuto del primo tempo. Al termine della stagione 2021/2022 Colombo e Mancosu si sono divisi lo scettro di miglior cannoniere della squadra, con sei gol a testa. Un record negativo: per trovare un cannoniere con altrettante reti bisogna tornare alla stagione 1988/1989 (SPAL 17º nel girone A di C1, retrocessa in C2) quando il bomber della squadra fu Monguzzi, sempre con lo stesso bilancio.

5 gol: Celia, Sal. Esposito (1 su rigore), La Mantia, Maistro e Melchiorri

foto Filippo Rubin

Con la maglia della SPAL Maistro ha segnato cinque gol, tutti nello scorso campionato. Uno dei più belli della stagione è stato quello messo a segno in Como-SPAL 3-3, all’ottavo minuto, quando si fece venti metri palla al piede e trafisse il portiere avversario con una rasoiata a fil di palo. La SPAL è la squadra in cui il polesano ha segnato più gol in carriera insieme al Rieti. Segue a quota quattro il Pescara.

4 gol: Finotto e Viviani

foto Filippo Rubin

Viviani, che con la SPAL vanta tre gol anche in serie A ai danni di Napoli, Roma e Torino, è stato il vincitore dell’ultimo contest “il gol più bello dell’anno” de LoSpallino, non riproposto la scorsa stagione per ovvi motivi, ma che speriamo di poter rivedere al più presto. Il mediano trionfò per sei voti su Giuseppe Rossi, autore di una serpentina d’altri tempi sotto la curva del Romeo Menti, e ulteriori tre su Lorenzo Dickmann, che nella sfida chiave per la salvezza col Frosinone fece esplodere un tiro al volo da fuori area che trafisse Minelli.

3 gol: Latte Lath, Rabbi, Rossi e Vido

foto Filippo Rubin

Rabbi è stato uno dei tre giocatori che sono riusciti ad andare a segno sia nella scorsa stagione sia in questa. Gli altri due sono Celia e Peda. È uno dei biancazzurri, almeno tra quelli recenti, che ha potuto festeggiare meglio i suoi gol visto che sono valsi due vittorie (Parma e Sestri Levante) e un pareggio in rimonta (da 2-0 a 2-2) sul sempre ostico campo del San Nicola di Bari.

2 gol: Antenucci, Capradossi, Da Riva, Meccariello, Peda e Prati

foto Roberto Manderioli

I due gol segnati quest’anno da Mirco Antenucci lo portano a quota 36 in campionato, meno uno da Brega, decimo miglior marcatore della SPAL di tutti i tempi. Speriamo che il prossimo possa arrivare a breve e che possa essere accompagnato da una festa per essere coinciso coi tre punti, anche se probabilmente il Lupo di Roccavivara avrebbe voluto festeggiarlo in tutt’altra posizione di classifica.

1 gol: Arena, Bertini, Fetfatzidis, Nainggolan, Pinato, Rao, Rosafio, Seck, Valentini e Varnier.

Un piattone sinistro in mezzo all’area su cross di Tripaldelli. Così il 21 settembre 2021 Demba Seck andava a segno in SPAL-Vicenza 3-2. Per l’attaccante si è trattato del primo (e unico) gol in campionato con la maglia della SPAL. Un altro l’aveva segnato l’anno prima in Coppa Italia, durante la gestione Colombarini. Al tempo l’estrosa ala destra era una promessa della Primavera, con la quale in quella stagione segnò cinque volte. La sua cessione al Torino di Vagnati fece molto discutere perché Seck in qualche modo rappresentava uno di quei giovani in cui molti tifosi credevano. Cairo pagò una bella cifra per accaparrarselo che, stando a Tacopina, si aggirava sui 4 milioni di euro. Oggi Seck con i granata conta 33 presenze ma ancora nessun gol. Si è però tolto lo sfizio di esordire in nazionale maggiore del Senegal.

autogol a favore della SPAL: Gagliolo (Reggina), Moncini (Benevento), Panico (Cosenza) e Vignali (LR Vicenza).

Riepilogo dei 99 gol segnati nella gestione Tacopina:

  • stagione 2021/2022: 47 gol segnati (46 in campionato e 1 in Coppa Italia) a fronte di 56 subiti.
  • stagione 2022/2023: 43 gol segnati (41 in campionato e 2 in Coppa Italia) a fronte di 53 subiti.
  • stagione 2023/2024: 9 gol segnati (7 in campionato e 2 in Coppa Italia) a fronte di 10 subiti.

Per la serie corsi e ricorsi storici: il gol numero 100 della gestione Colombarini lo segnò l’italo-brasiliano Romulo Togni con una punizione vincente nel 3-0 al Forlì del 2 aprile 2015. In quella gara, giocata al Mazza, segnarono anche Finotto e Cottafava. Fu la quinta vittoria consecutiva di una serie di otto totali (!) che contribuì a portare la SPAL ad appena tre punti dal terzo posto che valeva i playoff. Colucci, Fusco e Tacopina ovviamente metterebbero volentieri la firma per poter replicare una simile rincorsa.



Leaderboard Mazzo
Leaderboard Spidergas 2022