foto Filippo Rubin
Dimedia – leaderboard
Dinamica Media – leaderboard

SPAL-Torres termina sul risultato di 1-2. Non sono però Fischnaller e Zecca i giustizieri dei biancazzurri ma lo è il georgiano Kvaratskhelia, autore di una doppietta. Niente di questo ovviamente è accaduto su un campo da gioco (dove comunque la SPAL in carne e ossa ha perso) ma su uno schermo appositamente allestito nella sala stampa del Paolo Mazza.

Prima della gara c’è stata infatti la presentazione ufficiale della terza edizione del campionato eSports Serie C. Il progetto consiste in un vero e proprio campionato virtuale tra 32 squadre di serie C che si affronteranno in un torneo che si articola in tre fasi e si concluderà il 21 aprile. Il campionato eSerie C 2023 aveva raggiunto 13,5 milioni di persone e ottenuto 50.000 visualizzazioni nelle dirette streaming con 25.000 utenti unici.

foto Filippo Rubin

Al progetto presentato dalla giornalista di Sky Sport Federica Lodi hanno preso parte Matteo Marani, presidente della Lega Pro, Francesco Monastero, CEO di WeArena, e Corrado Di Taranto, direttore generale della SPAL.

Marani ha prima espresso apprezzamento per aver visto Gianfranco Zola nella formazione virtuale della Torres e poi ha fatto una piccola introduzione: “Spesso gli eSports sono percepiti come non centrali, ma in realtà credo che con il tempo si giungerà alla fusione tra sport praticato e non. I nostri figli e i ragazzi nascono da questo. Si tratta di un progetto importante perché è una sorta di ponte per il futuro, dello sviluppo dei prossimi anni. Ringraziamo la SPAL e il direttore Di Taranto per il grande livello di collaborazione che ci hanno offerto”.

Ha poi preso la parola Francesco Monastero: “Il progetto della Lega Pro ha la peculiarità di essere vissuto in maniera territoriale con tutte le comunità, in quanto è un processo meritocratico. Consiste in un un gioco semi-professionistico che stiamo cercando di incentivare e il lavoro dei club anche da questo punto di vista è stato sicuramente importante. Il target d’età del bacino di utenza è cresciuto fino a cinquant’anni. In Italia abbiamo circa un paio di milioni di giocatori e 400mila competono su piattaforme semi-professionistiche. Se allarghiamo il bacino a livello globale abbiamo tre miliardi di giocatori con annessi fatturati molto importanti. In Italia siamo un po’ indietro, ma da quando abbiamo sposato questo progetto siamo cresciuti come campionato. La serie C vive tutto l’anno e questo dà luce agli sponsor e alle squadre. Stiamo cercando di fare in modo che ogni stadio abbia un luogo adibito per questa tipologia di eventi in modo tale da permettere di indossare la maglia della propria squadra e rappresentarla anche ai player virtuali“.

Così invece Corrado Di Taranto: “Noi con WeArena collaboriamo da tanti anni e lo faremo anche in futuro. Abbiamo coinvolto tanti ragazzi di Ferrara e sono contento che il calendario sia stato presentato allo stadio Paolo Mazza perché è un progetto a cui teniamo particolarmente. eSports migliora il brand della società e quando si parla di queste cose tra ragazzi, si aumenta anche la visibilità”.

Finiti gli interventi da parte dei tre protagonisti, è toccato al quarto bomber di sempre della storia della SPAL Emanuele Cancellato effettuare i sorteggi del campionato. Dalle sue mani i biancazzurri allenati dal player Mattia Pareschi, ne sono usciti sorteggiati nel girone H insieme a Cerignola e Cesena. 

Per la stagione in corso sono più di mille i ragazzi candidati per entrare a far parte del Progetto eSports di Lega Pro e quindi nei Team eSports del loro territorio.



Leaderboard Derby 2019
Hangar leaderboard
Leaderboard Spidergas 2022