La prima sconfitta dopo ventuno giornate, tra la scorsa stagione e quella in corso, lascia spazio a una naturale amarezza tra la dirigenza spallina. Poche le parole sia di Simone Colombarini che del presidente Mattioli, non soddisfatti dalla prestazione odierna della loro formazione. I massimi dirigenti si sono inoltre soffermati su quanto accaduto nel corso della settimana, con il divieto di seguire la squadra in trasferta rivolto ai tifosi spallini dalla Questura di Macerata, annunciando un incontro in settimana con le istituzioni coinvolte in questa vicenda per cercare di portare il sereno tra le parti e consentire agli appassionati biancazzurri di seguire la loro squadra in trasferta in occasione delle prossime partite esterne di campionato.

Queste invece le parole di mister Semplici e di Marco Cellini a fine gara.

LEONARDO SEMPLICI (Allenatore S.P.A.L.)

“Era tanto che non perdevamo, quindi prima o poi doveva accadere. Abbiamo affrontato un’avversaria tosta, che è riuscita a vincere sfruttando l’unica occasione che gli abbiamo concesso. Peccato, perché fino a quel momento credo avessimo fatto molto bene. Dopo il gol preso ci siamo un po’ disuniti, c’è stato anche un po’ di nervosismo dovuto al fatto che non siamo abituati a subire, non abbiamo più gestito la palla nel migliore dei modi, anche per colpa di un campo che non era sicuramente tra i migliori, ma questo valeva per entrambe le squadre ovviamente. Chiudiamo una parentesi e ripartiamo dopo ventuno partite in cui avevamo fatto risultato, perché anche nella sconfitta bisogna far sì che la squadra si impegni ancora di più, visto che quando si vince si è tutti bravi. Io credo che, alla lunga, se la Spal si esprimerà come oggi, magari migliorando alcune cose, potrà dare del filo da torcere a tutti.”

MARCO CELLINI (Attaccante S.P.A.L)

“Oggi era difficile per entrambe le squadre giocare su un campo del genere. La partita è stata come ce l’aspettavamo, dura, brutta, con loro che ci hanno aspettato dietro per ripartire e sono stati bravi a sbloccare per primi il risultato, visto che la sensazione era che chi avrebbe segnato per prima poi avrebbe vinto la partita. Forse è mancata un po’ di determinazione negli ultimi trenta metri. Già da sabato comunque ripartiamo contro la Carrarese che è un’ottima squadra. Noi siamo ancora li davanti e guai a abbassare la guardia.”



leaderboard Coop Reno