Il Kleb affronta la seconda trasferta consecutiva, dopo quella non fortunata di Imola, contro una diretta rivale per la salvezza come Jesi, che arriva dalla pesante batosta subita a Roseto (86-57). E’ l’occasione per l’esordio in maglia biancazzurra del neo-arrivato Davide Liberati, che in settimana ha rimpiazzato l’infortunato Zampini.

Il primo quarto scivola via sul filo dell’equilibrio, anche se Jesi pare sin da subito essere scesa in campo con più convinzione rispetto ai ragazzi di coach Bonacina, che soffrono sotto le plance i centimetri di Totè e Rinaldi. Le percentuali non aiutano gli estensi, che si intestardiscono diverse volte con azioni individuali senza essere premiati dal canestro. I marchigiani chiudono così avanti 20-17 i primi dieci minuti, ma è nel secondo parziale che Jesi scappa, aiutata dalla pochezza del Kleb, che subisce la veloce transizione imposta dai padroni di casa e piomba addirittura sul -18 castigato dalle triple di Mascolo e Dillard. La Bondi non c’è e l’emblema dei suoi primi 20 minuti è Mike Hall, ancora a zero punti e autore di una prestazione impalpabile: soltanto una tripla di Swann a fil di sirena consente a Ferrara di andare all’intervallo sotto di sedici lunghezze (48-32).

E’ un Kleb troppo brutto per essere vero quello dei primi venti minuti all’UBI Sports Center di Jesi, così i biancazzurri si rimboccano le maniche e punto dopo punto provano a ricucire lo svantaggio al rientro dagli spogliatoi: sono le triple di Swann e Panni a tenere a galla gli estensi, mentre Jesi ha diminuito di parecchio le proprie percentuali al tiro da fuori, consentendo a Ferrara di tornare quasi a contatto a fine parziale (64-56). Nell’ultimo periodo però il Kleb non trova quasi mai la forza per mettere la freccia del sorpasso e rimane sempre intorno alla doppia cifra di distanza, consegnando alla sirena la vittoria a Jesi per 83-77: Ferrara paga la serata no di Hall, mai in partita, e in generale un atteggiamento di squadra troppo molle, soprattutto in difesa.

Termoforgia Jesi-Bondi Kleb Basket Ferrara 83-77 (20-17; 48-32; 64-56):

JESI: Baldasso 3, Dillard 17, Jones 19, Rinaldi 19, Totè 13; Mwananzita, Valentini ne, Galiano ne, Santucci, Mascolo 9, Mentonelli ne, Lovisotto 3. All. Cagnazzo.

FERRARA: Panni 17, Swann 24, De Zardo 10, Hall 4, Fantoni 20; Molinaro 2, Barbon, Liberati, Calò ne, Mazzoleni ne, Conti ne, Petrolati ne. All. Bonacina.

 



Leaderboard Derby 2019