Ferrara trova la terza vittoria consecutiva nello scontro diretto con Jesi, trascinata da un Campbell in stato di grazia e dalle prove solidissime di Panni e capitan Fantoni. Il Kleb mette così un altro mattone importante verso l’obiettivo salvezza, che dopo la sconfitta di Piacenza sembrava quasi un miraggio: la squadra è rinata sotto la guida di coach Leka ed ora la classifica torna a sorridere.

E’ un Kleb in fiducia, che inizia cavalcando la fisicità del proprio capitano ma trovando anche ottimi tiri sugli scarichi: a metà primo quarto la tripla di Panni regala già il +6 ai biancazzurri, che fanno intravedere subito sprazzi di bella pallacanestro. Jesi però ferma sul nascere il tentativo di fuga estense con due bombe firmate Dillard e Rinaldi che riportano i marchigiani in scia. I primi dieci minuti sono frizzanti, con gli attacchi che prevalgono sulle difese: alla prima sirena è parità a quota 27.

E’ Campbell a prendersi la scena ad inizio secondo parziale con un paio di scorribande nell’area jesina. La Termoforgia resta però aggrappata al match trovando buone cose da Totè e Mascolo, prima della tripla di un mortifero Swann che ridà alla Bondi due lunghezze di vantaggio. Ferrara prova un nuovo mini allungo sul finire del quarto, stoppato ancora una volta dall’energia dei marchigiani, trascinati da un sorprendente Mascolo: all’intervallo la Bondi conduce 47-46.

La squadra di Cagnazzo inizia con un clamoroso 3/3 dall’arco nei primi due minuti della ripresa, e in un amen si porta sul +4, mentre la Bondi si è innervosita e pare aver perso lo smalto dei primi venti minuti. Ci pensa allora capitan Fantoni a tenere a galla la barca con un paio di canestri dalla spazzatura, ma a Jesi adesso entra proprio tutto, e la Termoforgia allunga fino al +7 di fine terzo quarto.

Ferrara però non ci sta, anzi – per meglio dire – Ganeto non ci sta, perché con 5 punti in fila l’ala ex Tortona riporta il Kleb subito a contatto (74-76). Così il Kleb ritrova la fiducia persa nel terzo parziale, e due cesti di Fantoni e Panni riportano la truppa di coach Leka sul +2, prima della bomba del +8 firmata Campbell che fa letteralmente esplodere il palazzetto. La Bondi è poi brava a controllare nell’arroventato finale e porta a casa una vittoria che vale doppio: peccato solo per il canestro sulla sirena di Rinaldi che non permette agli estensi di ribaltare la differenza canestri (94-88).

Il tabellino di Bondi Kleb Basket Ferrara-Termoforgia Jesi 94-88 (27-27; 47-46; 69-76):

FERRARA: Conti ne, Swann 18, Petrolati ne, Fantoni 21, Ganeto 7, Molinaro 3, Mazzoleni ne, Barbon, Panni 16, Calò, Campbell 26, Liberati. All. Leka.

JESI: Kouyate ne, Dillard 10, Knowles ne, Mascolo 17, Baldasso 10, Santucci 5, Rinaldi 9, Maspero 11, Valentini ne, Mwananzita ne, Totè 26, Lovisotto. All. Cagnazzo.



Leaderboard Derby 2019