E’ stato affidato al ds Davide Vagnati, all’interno della conferenza stampa che ha visto la contemporanea partecipazione di Walter Mattioli e Simone Colombarini, il compito di fare il punto sull’incontro avvenuto martedì con mister Semplici: “Martedì, come ci eravamo prefissati, insieme alla proprietà, abbiamo parlato con Leonardo. È stata una bellissima chiacchierata, come è nostra abitudine visto il rapporto che ci lega, tra persone che si stimano e hanno a cuore il futuro della SPAL. Noi gli abbiamo ribadito la nostra intenzione di continuare con lui, eventualmente poi anche valutando di prolungare il contratto. Lui ci ha espresso la sua gratitudine per il percorso fatto e l’opportunità che gli è stata data. Leonardo è molto contento della SPAL, ma ci ha chiesto qualche giorno per tornare a casa e staccare la spina, quindi ci rivedremo la prossima settimana quando ci darà la sua risposta definitiva. Non ci sono state problematiche economiche o contrattuali, nemmeno si è parlato della rosa e del mercato. Ci ha solo fatto qualche richiesta sostanziale che vedremo di accogliere, come ad esempio un collaboratore in più nell’area sportiva. Per il resto della struttura societaria è molto soddisfatto, gli interventi sui campi erano già programmati, mentre sul mercato sa che la società, come sempre, cercherà di mettergli a disposizione la rosa più adatta per raggiungere l’obiettivo. Se sono fiducioso sulla sua permanenza? Nel calcio, come nella vita, non si può essere sicuri di niente. Il mister ieri ci ha dato sensazioni positive, ma comprendo la sua necessità di rilassarsi un momento, visto che il campionato è finito da poco”.

Anche il presidente Mattioli ha voluto dire la sua sul confronto di martedì: “Chiaramente a Walter Mattioli sarebbe piaciuto che il mister dicesse sì subito e con entusiasmo, ma ormai chiedere tempo da parte degli allenatori è diventata una moda e vediamo di adeguarci. È stato tutto talmente cordiale, abbiamo anche parlato del ritiro, e sembrava dovessimo metterci d’accordo in mezz’ora, poi lui ci ha chiesto tempo e glielo abbiamo concesso”.
In merito a quali possano essere le valutazioni che il tecnico toscano dovrà fare in questi giorni il Pres si è espresso così: “Dopo cinque anni qui credo sia legittimo che Semplici abbia delle aspettative professionali più elevate, ma non saprei onestamente in cosa debbano consistere le sue valutazioni. Nel caso avesse delle offerte e decidesse di accettarle, mi dispiacerebbe solo nel caso fosse una squadra della nostra stessa levatura”.
Sull’eventualità di un addio anche il direttore ha voluto puntualizzare: “Nemmeno io posso dirvi cosa passi per la testa del mister. È chiaro che se una società lo contatta, essendoci un contratto in essere, prima di portarcelo via dovrà passare sul mio corpo, per così dire. Ma sono solo supposizioni, perché mi auguro che lunedì Leo ci comunichi la sua permanenza”.



Leaderboard Derby 2019