I 16 gol stagionali di Francesco Caputo non sono stati sufficienti per salvare l’Empoli dalla retrocessione, ma quelli futuri potrebbero aiutare la SPAL a restare stabilmente in serie A. Chissà. Certo è che un giocatore in grado di segnare 88 reti nelle ultime cinque stagioni fa gola a tante squadre, per cui non è sorprendente apprendere che il ds Vagnati stia quantomeno facendo un pensierino all’attaccante nativo di Altamura (Bari).

A lanciare l’indiscrezione è stato Gianluca Di Marzio nella giornata di giovedì. Il popolare esperto di calciomercato di Sky Sport ha riferito di un incontro andato in scena il giorno precedente tra SPAL ed Empoli, in cui si sarebbe ragionato sulla base di uno scambio:

Caputo alla SPAL e Antenucci all’Empoli. Le parti si aggiorneranno per valutare il possibile inserimento di ulteriori contropartite tecniche. Il cartellino dell’attaccante dell’Empoli è stato valutato intorno ai 10 milioni di euro: il prezzo potrebbe abbassarsi qualora le due società trovassero l’accordo per inserire nella trattativa alcuni calciatori biancazzurri. Un ulteriore profilo che potrebbe interessare al club di Corsi è poi quello del portiere Gomis.

Sui due fronti arrivano conferme su un discorso aperto, anche se sembra ancora abbastanza prematuro poter parlare di trattativa in corso. Di sicuro le basi ci sono, ma è il caso di procedere con una certa cautela. Allo stato attuale non ci sarebbero ancora delle proposte formali ai rispettivi giocatori, tanto per dirne una. In più non è da sottovalutare la concorrenza degli altri club di serie A, tra i quali il Parma e il Lecce. Proprio giovedì sera l’agente di Caputo ha dichiarato che il suo assistito non disdegnerebbe una proposta da parte di giallorossi. Tra le altre cose il passaggio (dato ormai per imminente) di Aurelio Andreazzoli al Genoa potrebbe anche aprire un possibile spiraglio di trattativa anche tra Caputo e il Grifone, visto il legame tra l’attaccante pugliese e l’ormai ex tecnico dell’Empoli.

Caputo compirà 32 anni il prossimo 6 agosto e ha (secondo i dati stilati da Gazzetta dello Sport) un contratto da 600mila € a stagione fino al 2021. Antenucci (classe 1984) invece vedrà il suo accordo scadere a giugno 2020 e non sembrano esserci spiragli per un ulteriore prolungamento. Motivo per il quale l’attuale capitano potrebbe scegliere di cambiare aria, anche scendendo in serie B in una squadra che punterà senz’altro all’immediata risalita, magari proponendogli un anno extra di contratto. Antenucci venne corteggiato dall’Empoli anche nell’estate 2017 e solo un ripensamento in extremis fece saltare una trattativa che ad un certo punto sembrò nettamente indirizzata verso la conclusione positiva.

Caputo ha messo a segno 16 gol (3 su rigore) alla sua prima vera stagione di serie A, facendo registrare anche 6 assist per i compagni. E’ l’unico giocatore di movimento del campionato a non aver perso neanche un singolo minuto di gioco nell’arco della stagione. Un dettaglio che la dice lunga sulla sua tenuta fisica e che offre anche un indizio sul suo livello di generosità. Pur essendo un finalizzatore naturale (147 gol in 393 partite da professionista), sa rendersi parecchio utile per i compagni, muovendosi su tutto il fronte d’attacco grazie alle sue doti di rapidità, agilità e intelligenza nei movimenti.

[le zone di campo più battute dai due giocatori, via WyScout]


Leaderboard Derby 2019