Nella Ferrara della palla a spicchi non c’è solo il Kleb a coltivare ambizioni d’alta quota. Anche la 2G Ferrara Basket 2018, dopo una stagione di ambientamento in C Gold chiusa al sesto posto, punta in alto e lo dimostrano i tre colpi ufficializzati nella sala stampa del palasport cittadino, che dall’anno prossimo – grazie alla nascente collaborazione con la società di D’Auria – ospiterà le partite casalinghe della truppa del confermato coach Furlani. Si tratta di tre ritorni all’ombra del Castello Estense, che vanno verso l’obiettivo di sempre maggiore vena ferrarese della squadra, e sono tre colpi davvero da novanta per la categoria: Giovanni Agusto (1988), Simone Cortesi (1985) e Federico Legnani (1985), rigorosamente in ordine alfabetico.

Ci ha pensato patron Giuseppe Cattani, main sponsor con la sua 2G, a presentarli: “Innanzitutto voglio ringraziare la Vis 2008 e il suo presidente Filippo Bertelli per averci dato la possibilità di partecipare allo scorso campionato. La nostra collaborazione si interrompe, perché la società satellite diventerà il Basket Estense di Santa Maria Maddalena, da cui magari potremo attingere per qualche giovane interessante. Con questi tre acquisti cerchiamo di dare un’anima più ferrarese al gruppo, sono tre giocatori che non hanno certo bisogno di presentazioni”. Poi un accenno alla collaborazione con il Kleb: “Ringrazio il presidente D’Auria e tutta la dirigenza che ci ha gentilmente concesso di allenarci e di giocare le nostre partite casalinghe, al sabato sera, all’MF Palace. E’ motivo di grande soddisfazione e piacere per i nostri sponsor, che così potranno avere maggiore visibilità”.

Per Federico Legnani, girovago dell’Emilia-Romagna e specialista in promozioni (ben quattro), è quasi come un ritorno alla base: “Ci siamo accordati più o meno subito, appena dopo la fine del campionato. Ci eravamo già sentiti l’estate scorsa ma i tempi erano ristretti. Sicuramente uno dei motivi che mi ha spinto ad accettare è la presenza dei miei famigliari e dei miei amici qui a Ferrara, oltre ovviamente alla voglia di far bene, perché non ci nascondiamo, puntiamo alla promozione”.

Simone Cortesi e Giovanni Agusto furono scudieri di Adriano Furlani al primo anno di Mobyt Ferrara in Divisione Nazionale B, campionato che fu poi vinto abbastanza agevolmente dagli estensi: “Mi sono trovato benissimo qui e in cuor mio ho sempre sperato di tornare – confida Cortesi – è stata un’occasione che ho colto al volo. Con la promozione di Rimini, che era veramente una corazzata, il prossimo sarà un campionato dove tutti potranno battere tutti e avere le loro chance”. Agusto invece è reduce da una buona stagione in Serie B ad Ozzano, ma ha preferito cambiare aria: “Le ambizioni di questa società hanno pesato molto, meglio giocare per un obiettivo importante piuttosto che per non perdere. Sono a casa, in una struttura organizzata, circondato da gente capace. Il mio ruolo? Ormai nella pallacanestro di oggi non ci sono più ruoli definiti, vedremo cosa mi chiederà Furlani”.

Al termine della conferenza il direttore sportivo Donato Di Monte ha confermato i rinnovi imminenti di Matteo Cattani e Matteo Ghirelli, “Poi dovremo completare il roster con altri tre giocatori, un paio potrebbero essere anche stranieri”.

 



Leaderboard Derby 2019