Inizia con un poker di gol la seconda parte del ritiro estivo della SPAL, vittoriosa per 4-1 contro la Feralpisalò. Gara indirizzata già nel primo tempo in virtù delle reti di Floccari (o di Moncini? Non molto chiaro, per ora) e Valoti, mentre nella ripresa un’autorete di Rinaldi e il gol di un vivace Dickmann contribuiscono a rendere più rotondo il punteggio finale. Buon inizio anche per il neoacquisto Federico Di Francesco, schierato come esterno di sinistra nel classico 3-5-2 e autore di 45 minuti quantomeno promettenti, un po’ come tutti gli altri giocatori mandati in campo da Semplici. Nel dopo gara, il tecnico biancazzurro ha fatto il punto a poco meno di un mese dall’inizio del campionato: “La nostra preparazione prosegue nel migliore dei modi. I ragazzi si stanno applicando e anche oggi abbiamo fatto una buona gara, contro una squadra ben organizzata come la Feralpi. Proseguiamo con costanza il nostro lavoro di avvicinamento agli impegni importanti e devo dire che sono soddisfatto di come abbiamo affrontato queste prime settimane di ritiro“.

Sono contento dei ragazzi, sono contento del nuovo arrivato Di Francesco, anche se aveva fatto solamente mezzo allenamento con il resto del gruppo. Il ragazzo piano piano entrerà sicuramente sia in condizione fisica sia metabolizzerà i meccanismi di quello che sarà il suo ruolo da interpretare in questa squadra. Siamo senza dubbio fiduciosi su tutti questi aspetti. Il ruolo? lo vedo più da attaccante che da quinto di centrocampo. Ha caratteristiche diverse rispetto a giocatori che avevamo in passato, ma comunque cercheremo di valorizzare le sue qualità soprattutto negli ultimi metri, salvaguardando qualche rientro e concentrandoci sulle sue qualità nell’uno contro uno, con un occhio sicuramente anche all’aspetto realizzativo. A differenza degli altri anni, in cui Lazzari copriva tutta la fascia, ora cercheremo di far uscire subito il difensore esterno per dare più protezione e adottando una sorta di 4-4-2 in fase difensiva“.

Il mercato? Arriverà senza dubbio qualche altro calciatore per cercare di rinforzare la rosa. La società sa quello che deve fare e Vagnati sta lavorando per consegnarmi una rosa all’altezza del campionato che andremo a disputare. Valdifiori in crescita? Gli devo fare i complimenti perché s’è presentato molto bene. Lo volevo vedere dal primo minuto e ha fatto discretamente. Mi auguro che nel prosieguo ci possa dare una mano importante. Potrebbe rimanere? Questo lo valuteremo con la società e con il ragazzo come si fa un po’ per tutti. Sicuramente è un giocatore che l’anno scorso abbiamo voluto: non l’abbiamo sfruttato in alcuni momenti mentre in altri era lui a non essere perfettamente pronto, ma resta ad ogni modo un elemento valido che se rimarrà verrà utilizzato nel migliore dei modi. Strefezza pronto per la serie A? Direi che sta facendo bene. L’ho fatto giocare spesso perché voglio valutare la sua possibile permanenza in questo gruppo. A fine ritiro decideremo con la società la soluzione migliore per tutti”.



Leaderboard Derby 2019